Tecnologie e inclusione della disabilità: i contributi della Rete GLIC

Tratto da

Il contributo delle tecnologie alla promozione dei diritti e all’inclusione delle persone con disabilità: su questo vertono le proposte avanzate dal GLIC, la Rete Italiana dei Centri di Consulenza su Ausili Tecnologici per le Disabilità, in àmbito della consultazione pubblica “Verso una piena inclusione delle persone con disabilità”, promossa dall’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità della Presidenza del Consiglio, in vista, innanzitutto, della prossima Conferenza Nazionale sulle Politiche per la Disabilità del 13 dicembre, e che ha raccolto quasi 300 contributi

Verso una piena inclusione delle persone con disabilità – Contributi, proposte e best practices per la piena inclusione delle persone con disabilità: questo, come avevamo riferito a suo tempo, il titolo della consultazione pubblica aperta dall’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità della Presidenza del Consiglio, allo scopo di «raccogliere contributi – com’era stato detto – che verranno messi a disposizione dell’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità, utili per la futura Conferenza Nazionale sulle Politiche per le Disabilità», fissata successivamente per il 13 dicembre prossimo, nonché «per il Terzo Programma di Azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità».

Ebbene, i partecipanti alla consultazione, chiusa nei giorni scorsi, sono stati quasi trecento, tra Associazioni e singoli cittadini e cittadine, in relazione alle seguenti aree tematiche: Accessibilità; Mobilità all’interno dell’Unione Europea; Vita indipendente; Percorsi formativi inclusivi; Inclusione lavorativa di qualità; Cultura, Sport e turismo accessibile; Best practices (Buone prassi) (a questo link l’elenco completo dei contributi).

Tra coloro che hanno ritenuto necessario partecipare vi è stato anche il GLIC, la Rete Italiana dei Centri di Consulenza su Ausili Tecnologici per le Disabilità, che riunisce oltre trenta centri di tredici Regioni italiane, inserendo e rendendo disponibili, nella piattaforma dedicata, tre propri contributi, rivolti a tutte le persone con disabilità, alle loro Associazioni e agli operatori che in varie aree (sociale, sanitaria, educativa) sono interessati al contributo che le tecnologie offrono per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità.
Questi i tre contributi del GLIC: Linee guida per i processi di scelta di ausili tecnologici e/o ad elevata complessità, Nomenclatore: ausili e tecnologie innovative e I Centri di consulenza su ausili tecnologici per le disabilità (disponibili rispettivamente a questo, questo e questo link). (S.B.)

Per ogni ulteriore informazione e approfondimento: info@centriausili.it.

Altri eventi