• Normale
  • Solo testo
  • Testo con contrasto
  • Testo Normale
  • Testo Medio
  • TestoGrande
  • Home page

ANFFAS Lombardia: Prima pagina : In primo piano :

Il SAI?, Servizio Accoglienza Informazione,
è uno spazio dedicato alle persone con disabilità ed ai loro familiari per essere informati sui propri diritti e poterne rivendicare la piena esigibilità.

Per usufruire del servizio è possibile rivolgersi allo
sportello più vicino.
Guarda l'elenco dei
26 servizi SAI?
Anffas della Lombardia
Approfondimenti

Quaderni di Anffas Lombardia

"Pagare il Giusto
-
"
La presa in carico
"

Anffas Lombardia
 
ANFFAS LOMBARDIA ONLUS

Il Codice Etico
 
La nostra linea associativa

Anffas Lombardia 

 

 IN PRIMO PIANO

Disabilità: serve concretezza, servono risorse, anche pensando al Recovery Fund
È stato il presidente del Consiglio Conte a presiedere la riunione dell’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità, il cui Comitato Tecnico-Scientifico ha presentato per l’occasione un documento di obiettivi da raggiungere, basati sulla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità. All’incontro ha partecipato anche la Federazione FISH, i cui rappresentanti hanno sottolineato innanzitutto la necessità, da parte del Governo, di riservare particolare attenzione alla disabilità, nel prossimo piano di utilizzo delle risorse fissate dal Recovery Fund europeo. >>Continua - Tratto da Superando - (24/09/2020)
Lockdown e disabilità: l'impegno di Anffas e il suo appello
Cosa è cambiato durante il lockdown per una persona con disabilità intellettive e con disturbi del neurosviluppo? Quali servizi ha offerto loro Anffas? E alle loro famiglie? Quali iniziative hanno avuto successo? Lo abbiamo chiesto al Presidente di Anffas Nazionale, Roberto Speziale. Quali servizi avete offerto durante il lockdown? "Abbiamo agito su tre fronti: sulle persone con disabilità per aiutarle ad accettare e a familiarizzare con questa nuova e terribile dimensione, sui familiari dove il carico è stato terribile, perchè improvvisamente si è ulteriormente scaricata su di essi la responsabilità della persona con disabilità, e sugli operatori. Anche loro infatti avevano bisogno di attività di supporto e sostegno psicologico". >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (21/09/2020)
Allarme lavoratori “fragili”: senza tutele e retribuzione
Lavoratrice disabileLa scorsa settimana (4 settembre) è stata emanata una circolare congiunta fra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e il Ministero della Salute. La circolare è utile perché fornisce importanti chiarimenti riguardo alla individuazione e gestione dei cosiddetti “lavoratori fragili” in relazione all’emergenza sanitaria per l’epidemia Covid-19. Con quel documento è più chiaro e uniforme il comportamento che i medici competenti e le aziende devono attuare per una più stretta sorveglianza sanitaria a tutela dei lavoratori con quadri clinici di particolare rischio (immunodepressione, esiti da patologie oncologiche, particolari affezioni…). >>Continua - Tratto da Fish onlus - (10/09/2020)
Legge 104, nuova guida dell’Agenzia delle Entrate alle agevolazioni per le persone con disabilità
L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la nuova guida sulle agevolazioni fiscali della legge 104 aggiornata ad agosto 2020. Il documento riepiloga i requisiti per l’accesso alle detrazioni fiscali per le spese sanitarie, i figli a carico, per l’eliminazione delle barriere architettoniche e per gli incentivi all'acquisto di automobili. >>Continua - (08/09/2020)
Un anno scolastico importante, lettera aperta alle famiglie
La sfida dell’avvio del nuovo anno scolastico riguarda tutto il Paese, non solo gli studenti e le loro famiglie, non solo gli insegnanti. E interessa, oggi più che mai per il significato del momento, le alunne e gli alunni con disabilità. Per ripartire al meglio c’è bisogno di coesione, c’è necessità della collaborazione di tutti, di solidarietà e di lucidità. È in questa direzione va la lettera del Presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap a tutte le famiglie e ai genitori. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (02/09/2020)
Garantire il diritto allo studio a tutti gli alunni e le alunne con disabilità
In vista del nuovo anno scolastico, il CIIS (Coordinamento Italiano Insegnanti di Sostegno) indica una serie di questioni ritenute fondamentali, per garantire il diritto allo studio degli alunni e delle alunne con disabilità, oltre ad esprimere alcune preoccupazioni su alcuni problemi ritenuti irrisolti. E auspica «che anche nell’emanazione di futuri provvedimenti, il Ministero dell’Istruzione ponga coerentemente attenzione al processo inclusivo, senza perdere mai di vista quei principi costituzionali e normativi che riconoscono a tutti il diritto alla piena realizzazione personale e sociale». >>Continua - Tratto da Superando - (02/09/2020)
Una Sentenza della Cassazione sui permessi per l’assistenza
In merito ai permessi lavorativi retribuiti concessi ai lavoratori e alle lavoratici per assistere un familiare con disabilità, una recente Sentenza della Corte di Cassazione, che costituirà un utile precedente giurisprudenziale, chiarisce che si configura una situazione di uso improprio o di abuso del diritto solo nella circostanza in cui venga a mancare del tutto il nesso causale tra assenza dal lavoro e assistenza alla persona con disabilità e che, in ogni caso, l’onere della prova dell’eventuale abuso rimane in capo al datore di lavoro che intende sanzionare il/la dipendente. >>Continua - Tratto da Superando - (28/08/2020)
Il decreto “Agosto” dimentica i lavoratori con disabilità e a rischio
Giunge al traguardo anche il decreto “Agosto”, oggetto in queste ore di serrati confronti politici e sindacali. È un atto che si aggiunge al decreto legge del 30 luglio scorso quello che ha esteso l’emergenza COVID fino al 15 ottobre e ha prorogato una lunga serie di provvedimenti già attivati nella prima fase della emergenza. Purtroppo nessuno di questi riguarda i lavoratori con disabilità e familiari di persone con disabilità grave. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (10/08/2020)
Commissione LEA: esclusa la disabilità
Si è dunque insediata l’altro ieri, presso il Ministero della Salute, la nuova Commissione – i cui componenti sono stati nominati con decreto del 20 maggio – cui è affidato il delicato compito di provvedere all’aggiornamento continuo del contenuto dei LEA, i Livelli Essenziali dell’Assistenza, definiti l’ultima volta nel gennaio 2017, e con l’obiettivo di garantire che il Servizio Sanitario Nazionale sia al passo con le innovazioni tecnologiche e scientifiche e con le esigenze dei cittadini. Questo il mandato… >>Continua - Tratto da Fish onlus - (31/07/2020)
"Dopo di noi", Regione Lombardia approva il Programma operativo
- Prevista una dotazione complessiva di 18 milioni di euro per la realizzazione di interventi a favore di persone con disabilità di età compresa tra i 18 e i 64 anni. Con la DGR 3404 del 20 luglio, la Giunta di Regione Lombardia ha approvato il “Programma operativo regionale” per il biennio 2018/2019 per la realizzazione degli interventi previsti dalla legge 112/2016 (“Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare”), nota anche come legge per il “Dopo di noi”. Il programma prevede uno stanziamento complessivo di oltre 18 milioni di euro per la realizzazione di interventi di carattere infrastrutturale e gestionale a favore di persone con disabilità di età compresa tra i 18 e i 64 anni.  >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (31/07/2020)

- LEDHA e ANFFAS esprimono apprezzamento per il Programma operativo di Regione Lombardia per il prossimo biennio della Legge 112. Per le due associazioni siamo di fronte a una possibile svolta del welfare sociale regionale per la disabilità. - >>Continua. -Tratto da Ledha (31/07/2020)
Anffas si rivolge al Premier Conte per il rispetto dei diritti delle persone con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo e delle loro famiglie
L’ASSEMBLEA NAZIONALE ANFFAS SI RIVOLGE AL PREMIER CONTE PER CHIEDERE, A GRAN VOCE, IL RISPETTO DEI DIRITTI UMANI, CIVILI E SOCIALI DELLE PERSONE CON DISABILITÀ INTELLETTIVE E DISTURBI DEL NEUROSVILUPPO E DELLE LORO FAMIGLIE. “La pandemia in atto ha messo ulteriormente in risalto problemi vecchi e nuovi, mettendo le persone con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo ed i loro familiari in una situazione di estrema difficoltà. Il modello dei servizi, basato su un approccio meramente protezionistico, non è stato in grado di rispondere ai reali bisogni delle persone con disabilità né minimamente di adattarsi alle nuove ed emergenti necessità, derivanti dall’emergenza sanitaria.  >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (28/07/2020)
Il welfare di protezione deve diventare un welfare dei diritti
«Sono passi avanti», commenta il presidente della FISH Falabella, riferendosi ai provvedimenti del “Decreto Semplificazioni” sull’accessibilità telematica, il contrassegno unico a livello nazionale e gli interventi riguardanti le barriere negli edifici. «E tuttavia – dichiara – le Istituzioni e il mondo della politica devono fare ben altro e ben di più, ovvero modificare sostanzialmente il sistema di welfare del nostro Paese, basato sulla protezione, in favore di un welfare di riconoscimento dei diritti, che dia risposte essenziali ai bisogni delle persone con disabilità e delle loro famiglie». >>Continua - Tratto da Superando - (24/07/2020)
L'appello delle famiglie Anffas: "I caregiver non possono più aspettare!"
Le 14.000 famiglie associate ad Anffas, che da sempre si battono per vedere riconosciuta ed adeguatamente sostenuta la figura del caregiver familiare, auspicano che il Parlamento approvi al più presto una apposita legge in merito. A tal fine Anffas ha depositato presso la 11^ Commissione del Senato un proprio articolato testo emendativo (in linea con analoghe proposte di Fish e Forum del Terzo Settore), i cui punti ritenuti maggiormente qualificanti sono: - il ribadire che il caregiver familiare non sostituisce gli interventi, le prestazioni ed i servizi di cui può essere beneficiaria la persona assistita, ma li integra e li valorizza nell’ottica di una proficua collaborazione tra i diversi soggetti, a vario titolo coinvolti; >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (22/07/2020)
Certificazioni di alunni con disabilità. Indicazioni per l’avvio dell’anno scolastico 2020/21
Le iscrizioni di alunni/studenti con disabilità effettuate nella modalità on line sono perfezionate con la sola presentazione alla scuola prescelta della certificazione rilasciata dalla A.S.L. di competenza, comprensiva della diagnosi funzionale. Sulla base di tale documentazione, la scuola procede alla richiesta di personale docente di sostegno e di eventuali assistenti educativi a carico dell'Ente locale, nonché alla successiva stesura del piano educativo individualizzato, in stretta relazione con la famiglia e gli specialisti dell'A.S.L. >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (21/07/2020)
Decreto Semplificazioni: le novità relative alle persone con disabilità
Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DECRETO-LEGGE 16 luglio 2020, n. 76 recante "Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale", vengono introdotte le seguenti misure relative alle persone con disabilità: - Accessibilità di app e siti web pubblici: al fine di favorire l’accesso delle persone con disabilità agli strumenti informatici, viene esteso l'obbligo di rendere accessibili i siti web e le applicazioni per smartphone e tablet anche ad altri soggetti pubblici e a soggetti privati che forniscono servizi di rilevanza per il pubblico. >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (21/07/2020)
“Dopo di noi” in Lombardia: molte luci e qualche ombra
Vari elementi positivi, ma anche qualche criticità, vengono individuati dalla Federazione LEDHA, dall’ANFFAS Lombardia, da Federsolidarietà Lombardia, dall’UNEBA e dalla Fondazione Nazionale Dopo di Noi ANFFAS, nel provvedimento prodotto dalla Regione Lombardia in attuazione della Legge Nazionale 112/16, assai meglio nota come “Legge sul Dopo di Noi”. «Con questo provvedimento, la Regione Lombardia mette oggi le persone con disabilità (con le loro famiglie e associazioni), i Comuni e gli Enti di Terzo Settore (cooperative sociali, associazioni e fondazioni), nelle condizioni di predisporre progetti di vita innovativi, a partire dai bisogni e dalle aspettative delle singole persone e dei loro genitori e/o familiari. >>Continua - Tratto da Superando - (20/07/2020)
IL LOCKDOWN E’ FINITO ANCHE PER LE PERSONE CON DISABILITA’
A distanza di un mese dall’approvazione della DGR XI/3226 che aveva suscitato non poche perplessità e contrarietà da parte delle Associazioni di rappresentanza degli enti gestori dei servizi residenziali socio-sanitari, così come delle famiglie e persone con disabilità, al termine di un percorso di confronto avviato nelle scorse settimane, Regione Lombardia ha emanato ieri, mercoledì 15 luglio, una circolare che accoglie non poche delle proposte formulate. >>Continua - (17/07/2020)
Verso la nuova Agenda Europea sui Diritti delle Persone con Disabilità 2020-2030
Si chiamerà Agenda Europea sui Diritti delle Persone con Disabilità 2020-2030, verrà definita nei prossimi mesi dall’Unione Europea e resa pubblica nel 2021. Essa elencherà le leggi, i programmi e le azioni che guideranno appunto per i prossimi dieci anni le politiche dell’Unione in tema di diritti delle persone con disabilità, coincidendo con una serie di impegni precisi, da perseguire con adeguate risorse. E in previsione di tale fondamentale passaggio, il Forum Europeo sulla Disabilità ha elaborato un documento contenente tutte le istanze da perseguire, a breve e lunga scadenza. >>Continua - Tratto da Superando - (15/072020)
Legge sui Caregiver: avanti con più coraggio e risorse
Sulla delicatissima e irrisolta situazione dei caregiver familiari sembrano esserci alcuni timidi segnali nella volontà di legiferare. Nella seduta di ieri la Commissione Lavoro del Senato, dove è in discussione un disegno di legge (Atti del Senato, n. 1461) recante Disposizioni per il riconoscimento ed il sostegno del caregiver familiare, ha deciso di fissare per il 22 luglio prossimo la data ultima per la presentazione di eventuali emendamenti. Ricordiamo che del testo il primo firmatario è la senatrice Nocerino ma l’atto è sottoscritto da tutti i gruppi presenti in Commissione; è quindi un testo condiviso. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (09/07/2020)
Assemblea Nazionale Anffas 2020 - “Anffas prove di futuro”: ri-partiamo da qui!
L'esperienza vissuta in questi mesi dalle persone con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo e dai loro familiari è stata terribile ed indicibili sono le difficoltà che le stesse si sono viste costrette, loro malgrado, ad affrontare. Attività scolastiche sospese, attività dei centri diurni sospese, centri residenziali blindati che hanno reso impossibile ogni contatto da parte dei familiari e dall'esterno, servizi alternativi e compensativi inesistenti, attività di supporto carenti, collaborazione da parte delle istituzioni e pubbliche amministrazioni non sempre all'altezza delle attese. >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (07/07/2020)
Non è forse segregazione di persone con disabilità, questa?
Già molti familiari di persone con disabilità della Lombardia hanno segnalato situazioni a rischio di discriminazione e segregazione nelle RSD (Residenze Sanitarie Disabili), a seguito di una Delibera della Giunta Regionale, che secondo il Centro Antidiscriminazione della Federazione LEDHA, «espone appunto molte persone con disabilità a rischio di segregazione». La stessa LEDHA chiede quindi la modifica di quel provvedimento, dichiarandosi in ogni caso pronta a ricorrere alle vie legali, «per garantire i diritti delle persone con disabilità coinvolte in questa vicenda». >>Continua - Tratto da Superando - (03/072020)
Dl Rilancio, l’allarme del Forum “No del Parlamento agli aiuti al Terzo settore, così vanno in crisi le associazioni e il volontariato”
La portavoce Fiaschi “Dal Dl Rilancio scomparsi gli emendamenti Salva-Terzo settore in discussione alla Camera”.  “È sconfortante l’evoluzione del dibattito parlamentare in merito agli emendamenti al Dl Rilancio di rilievo per il Terzo settore, a partire da quello per estendere l’accesso al credito agevolato al Terzo settore. Nonostante le tante rassicurazioni e il ruolo indiscutibile svolto dalle organizzazioni del Terzo settore già prima della crisi nella loro costante azione di aiuto a tantissime persone fragili, in condizioni di esclusione sociale o di povertà, non si è passati dalle parole ai fatti. Siamo preoccupati per le ricadute sociali di questa scelta.” >>Continua - Tratto da Forumterzosettore.it - (02/07/2020)
Chiediamo una Commissione d’Inchiesta Europea sulle strutture residenziali
«Da diversi Paesi si stanno accumulando evidenze che un’ampia percentuale di infezioni e decessi da coronavirus si è avuta nelle strutture residenziali per anziani e persone con disabilità. Quali aspetti di tali strutture le hanno rese così vulnerabili a questa pandemia?»: questa semplice domanda racchiude tutta la drammaticità di una situazione che sta via via svelando quanto accaduto nei mesi scorsi e che ha portato il Forum Europeo sulla Disabilità, l’Unione Europea dei Pubblici Servizi e AGE Platform a chiedere al Parlamento Europeo l’apertura di una Commissione d’Inchiesta indipendente. >>Continua - Tratto da Superando - (01/072020)
Contributo del Forum Terzo Settore della Lombardia al Documento di Economia e Finanza Regionale 2020-2023
Premessa. Nei mesi drammatici dell’infuriare della pandemia nella nostra Regione e nel nostro Paese, molte voci si sono levate nel riconoscere il contributo che il Terzo Settore, insieme a chi operava negli ospedali, ha svolto nella gestione dell’emergenza, attraverso i volontari della protezione civile, le associazioni e le cooperative sociali che hanno curato la distribuzione di viveri e generi di prima necessità, che hanno mantenuto contatti con anziani soli e famiglie fragili, che si sono occupati di facilitare l’accesso alla didattica a distanza di molti studenti, che hanno continuato a garantire i servizi essenziali, non solo quelli di carattere sanitario e socio-sanitario, anche nei luoghi più esposti al contagio, e molto altro ancora. >>Continua - DEFR_2020-2023_Contributo-allegato - (30/06/2020)
Linee guida per la scuola: molto da fare sulla disabilità
Sono state dunque presentate le Linee guida per la riapertura delle scuole a settembre, un atto di indirizzo atteso da tutti e in modo particolare da chi considera l’istruzione anche come fondamentale ambito di inclusione. “Apprezziamo lo sforzo messo in atto dalla Ministra Lucia Azzolina che ha ascoltato le nostre richieste, recependone lo spirito anche se la loro complessiva attuazione richiede l’apertura e il mantenimento di un cantiere e di un monitoraggio costante”, commenta il presidente della FISH Vincenzo Falabella. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (29/06/2020)
Aumenti delle pensioni: bene la sentenza, ora riforma complessiva
Martello in legno del giudiceLa Corte Costituzionale si è dunque pronunciata su una questione di legittimità costituzionale sollevata dalla Corte d’appello di Torino. In attesa del deposito della sentenza apprendiamo dal comunicato stampa che la Corte ha ritenuto che un assegno mensile di soli 285,66 euro sia manifestamente inadeguato a garantire a persone totalmente inabili al lavoro i “mezzi necessari per vivere” e perciò violi il diritto riconosciuto dall’articolo 38 della Costituzione, secondo cui “ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto di mezzi necessari per vivere ha diritto al mantenimento e all’assistenza sociale.” >>Continua - Tratto da Fish onlus - (24/06/2020)
La disabilità agli Stati Generali dell’economia: facciamo chiarezza
Sabato scorso dunque la FISH ha partecipato agli Stati Generali promossi dal Governo italiano nell’intento di delineare le strategie e le linee per il rilancio del nostro Paese dopo la Fase 1 dell’emergenza COVID. Nei confronti di natura principalmente economica l’Esecutivo ha voluto ascoltare anche le organizzazioni delle persone con disabilità. A nome e in rappresentanza della FISH ha partecipato al confronto Vincenzo Falabella, il presidente della Federazione. È stata l’occasione anche per la presentazione del documento sottoscritto da FISH intitolato Le politiche future per la disabilità: un nuovo welfare per tutti e condiviso con FAND. Il documento è liberamente consultabile, nella logica della consueta trasparenza. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (23/06/2020)
Le sfide aperte per il nuovo anno scolastico per gli alunni con disabilità
Tante le incognite in vista di settembre. Morra (LEDHA Scuola): "Il rientro in classe dovrà riguardare tutti i bambini e ragazzi, a partire da quelli con disabilità". Le proposte di LEDHA. Sono passati diversi mesi da quando l’emergenza Covid-19 ha imposto l’interruzione dell’attività scolastica in presenza in tutte le scuole di ogni ordine e grado. L’anno scolastico 2019/2020 si è da poco concluso e, a oggi, il ministero dell’Istruzione non ha ancora elaborato linee guida uniformi che stabiliscano quando e con quali modalità bambini e ragazzi potranno ritornare sui banchi di scuola. >>Continua - Tratto da Ledha - (23/06/2020)
Stati Generali, il Forum al Governo: “Fondi Recovery Plan per creare rete permanente di protezione sociale”
La Portavoce Fiaschi “Per ripartire occorre un deciso investimento su uno sviluppo inclusivo e sostenibile che riduca le disuguaglianze”. “Una parte significativa delle risorse del Recovery Plan vanno dedicate alla creazione di una rete permanente di protezione sociale che metta in connessione i bisogni delle persone e delle comunità con le istituzioni e il terzo settore. Una valorizzazione del ruolo sociale ed economico del terzo settore per il quale è indispensabile prevedere misure di sostegno alla capitalizzazione del sistema e ai processi di innovazione tecnologica e organizzativa del terzo settore. >>Continua - Tratto da Forumterzosettore.it - (22/06/2020)
Richiesta incontro e prime osservazioni in merito alla DGR 3226 del 9 giugno 2020
Egregio Direttore, per prima cosa ci preme portarle il nostro saluto nel nuovo e delicato ruolo di Direttore Generale di un Assessorato, qual è quello al Welfare, così strategico per il benessere dei cittadini e cittadine lombarde e così importante anche per la rete dei servizi socio sanitari e sociali che noi rappresentiamo. Ci permettiamo di rivolgerle da subito la richiesta di un incontro reso urgente dall’approvazione della DGR 3226 dello scorso 9 giugno, che presenta, a nostro avviso, rilevanti criticità non solo in merito alla sua applicazione, ma anche in merito ai diritti delle persone che assistiamo nelle nostre diverse strutture; alcune di queste criticità sono peraltro condivise anche dalle ATS con le quali ci siamo confrontati in questi giorni.  >>Continua - (19/06/2020)
La FISH agli Stati Generali dell’Economia, con gli esiti del progetto “JobLab”
«Per il 20 giugno siamo stati convocati agli Stati Generali dell’Economia e quello del lavoro delle persone con disabilità e della loro inclusione nel sistema produttivo sarà un argomento centrale, anche se non il solo, che porteremo in quel consesso, forti anche degli esiti di “JobLab”»: lo dichiara Vincenzo Falabella, presidente della FISH, ricordando che proprio domani, 19 giugno, si concluderà il percorso del progetto “JobLab”, voluto da tale Federazione con la consapevolezza di quanto sia rilevante favorire la conoscenza sui diritti, i servizi e gli strumenti per l’inclusione lavorativa. >>Continua - Tratto da Superando - (18/06/2020)
Domani (19 Giugno) JobLabDay, pensando agli Stati Generali
“Nel Paese vi sono ampie riflessioni e momenti di confronto. Sabato prossimo la FISH è stata convocata dal Presidente del Consiglio dei Ministri agli Stati Generali dell’Economia. E quello del lavoro delle persone con disabilità e della loro inclusione nel sistema produttivo è senza dubbio argomento centrale, anche se non il solo, che FISH porterà in quel consesso. Ci arriviamo pronti anche grazie al nostro progetto JobLab che domani, con un tempismo beneaugurale, raggiunge il suo acme con il già annunciato evento finale.” Doppio annuncio quello del Presidente della FISH, Vincenzo Falabella, in un giugno particolarmente intenso. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (18/06/2020)
Le persone con disabilità, vittime indirette della pandemia. Rota: «Riaccendere i riflettori sul “Dopo di Noi”»
Spesso isolati dalla loro condizione di disabilità sono diventati ancora più soli durante questa pandemia. C’è chi ha dovuto rinunciare all’assistenza dei propri genitori, ricoverati o addirittura deceduti a causa del Covid 19. Chi, invece, vittima del Coronavirus si è ritrovato a dover affrontare la malattia in isolamento, nei reparti ospedalieri o in una stanza di una Rsd, le Residenze sanitarie per persone con disabilità. >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (016/06/2020)
JobLabDay: Percorsi di inclusione e occupabilità delle persone con disabilità
JobLabDayLa FISH annuncia JobLabDay il Digital talk dell’ormai noto progetto JobLab e pubblica il programma dell’evento. Da annotare in agenda il 19 giugno (9.30-13.30), un appuntamento denso di interventi e novità dedicato ai “Percorsi di inclusione e occupabilità delle persone con disabilità”. La modalità, non solo a causa dell’emergenza COVID, è quella virtuale ed è realizzata con il supporto tecnico di FPA – Forum PA. JobLabDay, dunque, è l’evento di chiusura di un progetto a cui FISH ha tenuto in modo particolare. JobLab è il nome breve di questo progetto. Quello completo e significativo è JobLab – Laboratori, percorsi e comunità di pratica per l’occupabilità e l’inclusione lavorativa delle persone con disabilità. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (15/06/2020)
Lavoratori con disabilità: emendare il decreto Rilancio
Comunicato congiunto FAVO, FISH, AIL, UNIAMO. Da FAVO, FISH, AIL, UNIAMO Federazione Italiana Malattie Rare giunge una moderata soddisfazione nell’osservare l’andamento della discussione parlamentare sul decreto “Rilancio”. Sono stati infatti ripresi e depositati da molti gruppi parlamentari alla Camera i due rilevanti emendamenti presentati dalle stesse organizzazioni, espressione delle persone con disabilità ma anche di tanti lavoratori con malattie rare, esiti di patologie oncologiche, ematologiche e immunodepressione. Lavoratori più a rischio, sia di contagio che di espulsione dal mondo produttivo, e quindi più meritevoli di tutele.  >>Continua - Tratto da Fish onlus - (12/06/2020)
Inclusione scolastica: proposte e confronti al Ministero
Sono giorni di intensi confronti sul tema dell’inclusione scolastica delle persone con disabilità. Ieri le organizzazioni si sono incontrate nella Consulta dell’Osservatorio permanente sull’inclusione degli alunni con disabilità, questa mattina è toccato al Comitato Tecnico Scientifico dell’Osservatorio che ha visto la presenza oltre che del Ministro Lucia Azzolina e del Sottosegretario Giuseppe De Cristofaro anche di Vincenzo Falabella e Nazaro Pagano, presidenti rispettivamente di FISH e FAND.  >>Continua - Tratto da Fish onlus - (12/06/2020)
Servizi residenziali:rivedere la delibera sulla “Fase due”
Presa di posizione fortemente critica che inter-associativamente assumiamo nei confronti della DGR 3226 sui servizi residenziali. "Non è la delibera che ci aspettavamo, non è la delibera di cui hanno bisogno le persone con fragilità che vivono nei servizi residenziali. La DGR 3226 è un documento in alcuni passaggi confuso che rimanda continuamente ad altre norme (sia di carattere regionale sia nazionale) e che quindi non offre un quadro chiaro di riferimento né alle Agenzie di Tutela della Salute né agli enti gestori che dovranno applicarla. Un atto che segue una norma di ben altro spessore come il Piano Territoriale regionale per la riattivazione dei servizi diurni (DGR 3183), di cui auspichiamo una rapida implementazione. Un Piano Territoriale che rischia di entrare in conflitto con quest’ultima delibera, generando inutili problemi di interpretazione."  >>Continua - (11/06/2020)
Legge regionale ausili, alcune novità per le famiglie
Regione Lombardia adotta alcune modifiche per far fronte alle difficoltà causate dall'emergenza Coronavirus. Sarà considerato valido l'ISEE 2019 se non sarà possibile presentare quello per il 2020. L'emergenza Coronavirus ha posto le famiglie di persone con disabilità di fronte a diverse ulteriori difficoltà. Molte delle quali legate all'esercizio di normali attività quotidiane (come la frequenza dei centri diurni), altre legate invece allo svolgimento di pratiche burocratiche che, a causa delle limitazioni imposte dalle misure di contenimento del virus, possono aggiungere un carico ulteriore alle attività quotidiane di tante famiglie.  >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (09/06/2020)
FISH lancia gli Stati Generali della Scuola
Bambini a scuolaÈ stato un incontro particolarmente denso e partecipato ai massimi livelli di rappresentanza quello di ieri: affrontare la sfida della riapertura dell’anno scolastico è possibile solo con il coinvolgimento di tutti gli attori e di tutti i livelli istituzionali, pensando che essa investe indistintamente tutto il territorio nazionale e riguarda migliaia di docenti e operatori, milioni di alunni e delle loro famiglie. Il Governo era presente con il suo Presidente Giuseppe Conte e due ministri. C’era ovviamente il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina, affiancata dal coordinatore del proprio Comitato tecnico-scientifico, Agostino Miozzo. Ma era presente anche il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con il titolare del dicastero Paola De Micheli. E presente anche Angelo Borrelli per la Protezione Civile.  >>Continua - Tratto da Fish onlus - (08/06/2020)
Strutture residenziali post-coronavirus. LEDHA chiede un piano specifico per le persone con disabilità
L'associazione chiede a Regione Lombardia di stralciare dal provvedimento in esame le strutture residenziali per persone con disabilità. "Fondamentale per questa comunità essere parte della vita sociale". Nei prossimi giorni la Giunta Regionale prenderà in esame una delibera che andrà a determinare il funzionamento dei servizi residenziali per anziani e persone con disabilità (RSA ed RSD) all’indomani della fase acuta dell’epidemia, in un territorio che dovrà convivere ancora a lungo con il Covid-19. LEDHA-Lega per i diritti delle persone con disabilità esprime la propria preoccupazione per la decisione di Regione Lombardia di accomunare dalle stesse regole di  funzionamento per residenze e comunità in cui vivono persone con caratteristiche, esigenze e desideri molto diversi tra loro.  >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (08/06/2020)
“Bene i 20 milioni stanziati da Governo, ma ora si attui correttamente la Legge 112!”
L’articolo 104 del D.L. n. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio), in corso di conversione in legge, il Governo, tra le altre misure, ha previsto per il Fondo nazionale istituito dalla Legge n. 112/2016 per le persone prive del sostegno familiare (ossia per il c.d. “durante noi, dopo di noi”) un incremento di ulteriori 20 milioni di euro per l’anno 2020, in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 per potenziare le previste misure previste dalla legge del 2016. >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (05/06/2020)
Un futuro nuovo per i servizi semiresidenziali
Comunicato stampa a firme congiunte (Forum Terzo Settore Lombardia, Alleanza Cooperative Italiane -Welfare Lombardia, Anffas Lombardia, Arlea, Ceal, Cnca Lombardia, Ledha, Uneba Lombardia) sulla DGR 3183 del 26 maggio 2020. "La delibera approvata ieri dalla giunta lombarda (DGR 3183 del 26 maggio 2020) è importante per più motivi. Rispondendo a quanto previsto dall’art. 8 del DPCM del 26 aprile, che affidava alle Regioni il compito di promulgare un Piano Territoriale per il riavvio dei servizi semiresidenziali e domiciliari per la disabilità, la DGR disegna le condizioni attraverso le quali devono essere riattivati tutti i servizi diurni trovando un equilibrio tra prevenzione del contagio, sostegno alle persone e alle loro famiglie e tutela della loro dignità." >>Continua - (28/05/2020)
Lombardia: garantire la presa in carico a tutti coloro che ne hanno diritto
«Le risorse disponibili saranno più che sufficienti a garantire la presa in carico di tutte le persone che ne abbiano le caratteristiche alle stesse condizioni dell’anno scorso»: lo hanno scritto numerose Associazioni della Lombardia all’assessore regionale Bolognini, riferendosi al potenziamento del Fondo Nazionale per la Non Autosufficienza stabilito dal “Decreto Rilancio” e chiedendo quindi che venga garantita a tutte le persone con disabilità che ne abbiano le caratteristiche la presa in carico in base a quanto previsto dai criteri 2019 del Piano Regionale per la Non Autosufficienza. >>Continua - Tratto da Superando - (27/05/2020)
FAND e FISH: riserve sul decreto “Rilancio”
“Abbiamo voluto attendere la pubblicazione ufficiale del decreto Rilancio, avvenuta solo ieri, augurandoci che sul testo approvato in Consiglio dei Ministri vi fossero almeno alcuni aggiustamenti e che fossero recepite alcune istanze nostre e di altre importanti organizzazioni.” Così commentano Vincenzo Falabella e Nazaro Pagano, rispettivamente presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap e Presidente della Federazione tra le Associazioni Nazionali delle persone con Disabilità, il testo ora ufficiale del decreto “Rilancio” pubblicato ieri sera (decreto legge n. 34/2020).  >>Continua - Tratto da Fish onlus - (21/05/2020)
Cultura. Forum Terzo settore: “Necessario un piano strategico nazionale”
Il documento che ANCI ha inviato al ministro Franceschini «La Cultura nelle Città dopo l’emergenza», contiene una serie di proposte per la ripartenza del settore culturale. Il documento riprende anche numerosi aspetti sui quali in questi anni Forum Terzo Settore e ANCI hanno lavorato insieme. “Il terzo settore in ambito culturale è stato uno dei primi a sentire gli effetti di questa crisi. Costretto a fermare tutte le sue attività e le possibilità di autofinanziamento, ha subito un duro colpo, con gravi ripercussioni sulla socialità delle nostre comunità. Quello culturale è un ambito strategico per la ripresa economica e sociale del Paese, per creare occupazione per i giovani e sviluppo, soprattutto nelle aree più deboli e per contribuire a superare la povertà educativa.” Così la Portavoce del Forum Terzo settore Claudia Fiaschi.  >>Continua - Tratto da Forum Terzo settore - (21/05/2020)
Disabilità e riduzione del distanziamento, “si colma un vuoto normativo”
Speziale (Anffas), Barbuto (Uici) e Demartis (Angsa) prendono le distanze dalle critiche espresse da Barbieri e da alcuni caregiver familiari riguardo l'articolo 9 del Dpcm. Speziale: “Attacchi clamorosi”. Barbuto: “Un dovere normativo, sarcasmo offende chi non vede”. Demartis: “Decreto cerca di rispondere a questione complessa, soprattutto per autismo”. >>Continua - Tratto da Superabile - (19/05/2020)
Protocollo CEI-Governo italiano: protesta della FISH
Severa la presa di posizione della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap sul protocollo sottoscritto in questi giorni tra il Governo Italiano e la Conferenza Episcopale Italiana per “la ripresa delle celebrazioni con il popolo” nella cosiddetta Fase 2. Una protesta spiccatamente etica e propria della cultura dell’inclusione quella della FISH che in una nota al Presidente del Consiglio ma anche al Presidente della Conferenza Episcopale Italiana ha chiesto l’abrogazione di uno specifico passaggio. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (19/05/2020)
Nessun bambino venga escluso dal “Bonus asili nido”!
«Non solo una chiara discriminazione fondata sulla nazionalità, ma anche una discriminazione indiretta fondata sulla disabilità, poiché ad essere soprattutto penalizzate sono le famiglie straniere soggiornanti in Italia da poco tempo, con bambini con disabilità»: per questo la Federazione lombarda LEDHA ha aderito al ricorso delle Associazioni ASGI e Avvocati per Niente, contro il provvedimento del Consiglio dei Ministri che lita il diritto al cosiddetto “Bonus asili nido” ai soli cittadini italiani e ai cittadini stranieri titolari di permesso di soggiorno di lungo periodo. >>Continua - Tratto da Superando - (19/05/2020)
Il “Decreto Rilancio” e le persone con disabilità
In attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del “Decreto Rilancio”, presentato ieri, 13 maggio, dal Governo, il Servizio HandyLex.org propone una prima analisi del provvedimento, che come già il precedente Decreto cosiddetto “Cura Italia”, contiene alcune misure a sostegno dei nuclei familiari, riservando anche parziali attenzioni alle persone con disabilità. L’approfondimento di HandyLex.org privilegia le novità del Decreto che interessano maggiormente le persone con disabilità e le loro famiglie, sottolineando anche alcuni limiti non trascurabili, insieme a positivi provvedimenti. >>Continua - Tratto da Superando - (14/05/2020)
COVID-19 e lavoratori con disabilità: cosa è successo?
Cosa è successo ai lavoratori con disabilità? Quanto è pesato COVID 19? 5 minuti per raccontarceloCome e quanto ha pesato la prima fase dell’emergenza COVID-19 sui lavoratori con disabilità, con esiti di oncologia, con immunodepressione o altri quadri patologici a rischio? In queste settimane ci sono giunte migliaia di segnalazioni, richieste di aiuto, racconti di vicende personali spesso drammatiche, sempre complesse. Ma di queste situazioni vi è stata una scarsa eco nelle notizie di cronaca o negli approfondimenti giornalistici. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (11/05/2020)
Conte incontra FAND e FISH sul “decreto maggio”
Pur in un momento frenetico di elaborazione normativa e di confronto politico, il Presidente del consiglio dei Ministri ha accolto la richiesta di un ulteriore confronto con le due maggiori Federazioni delle persone con disabilità. Ulteriore perché nelle ultime settimane FAND e FISH hanno elaborato e diffuso molte proposte, chiosato le ipotesi governative, suggerito o caldeggiato modificazioni ed aggiustamenti dei molti provvedimenti approvati. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (07/05/2020)
Regione, Anci e associazioni insieme per la ripresa degli interventi per le persone con fragilità
Si è svolto nella giornata di ieri, 6 Maggio, l'incontro richiesto da ACI Welfare Lombardia, Anffas Lombardia, Ledha, Arlea, Ceal, Cnca e Uneba a Regione Lombardia per la riattivazione dei servizi rivolti alle persone con disabilità e fragilità a seguito della chiusura imposta dalle misure di contenimento del Covid-19.  All'incontro hanno partecipato Giulio Gallera, assessore al Welfare, e Stefano Bolognini, assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità. >>Continua - (07/05/2020)
COVID-19: era ora! Finalmente il segnale che aspettavamo da tempo!
Dal premier dichiarazioni che iniziano a farci ben sperare: Fondamentale ora che le parole diventino fatti concreti e necessaria la collaborazione di tutte le parti per la tutela reale delle persone con disabilità, non autosufficienti, e delle loro famiglie. “Particolare attenzione, in relazione alle prossime misure che saranno prese, sarà data alle persone con disabilità, alle persone non autosufficienti e alle loro famiglie”: è questo un passaggio del discorso del Premier Conte di oggi alle Camere che aspettavamo da tempo, un passaggio decisamente importante per la vita dei milioni di persone con disabilità e delle loro famiglie, cittadini che dall’inizio dell’emergenza COVID-19 e fino ad ora sono stati posti all’ultimo posto, le cui esigenze, problematiche e preoccupazioni sono state totalmente ignorate fino ad arrivare alla disastrosa e terribile situazione delle Residenze che, purtroppo, oggi noi tutti conosciamo.  >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (30/04/2020)
COVID-19: le analisi e le proposte di FISH
“La Federazione ha dimostrato tutta la sua maturità, tutta la sua capacità di mettere assieme istanze, riflessioni, visioni, soluzioni maturate dalle organizzazioni che ne fanno parte. Non poteva che essere così perché dietro le nostre sigle ci sono reali persone con disabilità, famiglie, caregiver, dirigenti associativi che con umiltà e generosità si mettono a disposizione degli altri e rendono migliore il nostro Paese. Lo hanno dimostrato ancora una volta nei giorni scorsi accorrendo all’invito di elaborare assieme una proposta complessiva per affrontare le diverse fasi dell’emergenza COVID-19.” >>Continua - Tratto da Fish onlus - (30/04/2020)
Richiesta costituzione tavolo di lavoro comune per criticità rilevate dagli Enti sociosanitari a seguito d’infezione COVID 19
Stim.mo Presidente Attilio Fontana, l’emergenza sanitaria in corso sta mettendo a dura prova l’intero settore sociosanitario lombardo che, insieme al comparto sanitario, rappresentano i pilastri del welfare lombardo dentro il quale si garantiscono e si tutelano i diritti alla cura, alla salute e all’assistenza costituzionalmente previsti nei confronti di persone fragili e croniche, anziani, minori, disabili e tutte le povertà, nessuna esclusa. La nostra richiesta del 20 aprile u.s. rivolta a lei e all’Assessorato al Welfare assume il carattere di estrema urgenza, oggi, a seguito dell’emanazione del DPCM del Governo Nazionale che prevede una prima apertura delle attività produttive e della società civile per il giorno 4 maggio 2020. >>Continua - (29/04/2020)
Nuovo Decreto Legge sulla Scuola n. 22/2020 - Anffas collabora con Fish per la Memoria contenente proposte emendative
Domani, 29 aprile, alle ore 20,00 scade il termine per la presentazione da parte dei componenti della 7^ Commissione Istruzione del Senato degli emendamenti al D.L. n. 22/2020, contenenti “Misure urgenti sulla regolare conclusione e l'ordinato avvio dell'anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato”. Il Senato ha però prima voluto attivare una serie di audizioni informali con gli enti maggiormente rappresentativi sul tema onde raccogliere osservazioni in videoconferenza oltre che eventuali memorie.  >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (28/04/2020)
Decreti e Fase 2: le aspettative per la disabilità
“Quali sono state le reazioni da parte delle persone con disabilità e delle loro famiglie dopo la conferenza stampa di ieri sera del Presidente del Consiglio dei Ministri?”..È la domanda ricorrente da parte di vari giornalisti che stanno contattando in queste ore la Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap. “C’è una forte aspettativa da parte delle famiglie e delle persone, sentimento che talora ingenera equivoci.” Commenta Vincenzo Falabella, Presidente della FISH, a poche ore dalle dichiarazioni pubbliche del professor Conte. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (27/04/2020)
Possibili illegittimità nel nuovo Piano per la non autosufficienza, le associazioni lombarde chiedono il rinvio
Richiesta dell'ISEE ordinario, residenza da almeno due anni in Lombardia e "capacità di esprimere la propria volontà" sono i requisiti per accedere alla Misura B1 che vengono contestati. Tredici associazioni lombarde*, che da alcuni mesi stanno chiedendo a Regione Lombardia un rinvio del Piano regionale per la non autosufficienza, sono tornate a scrivere all'assessore regionale alle Politiche sociali, abitative e disabilità, Stefano Bolognini e al direttore generale, Giovanni Daverio, per rinnovare la propria richiesta.  >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (27/04/2020)
#NonFermateci: le 5 card per la campagna del Forum del Terzo Settore
#NonFermateci è la campagna lanciata ad inizio settimana scorsa dal Forum del Terzo Settore, cui Anffas ha aderito, e per l'occasione sono state predisposte 5 card, ognuna con un proprio tema, da condividere attraverso i principali canali social (Facebook e Instagram). Scopo della campagna è quello di sottolineare l'importanza di sostenere da parte del Governo e delle istituzioni il Terzo settore italiano che conta oltre 350 mila organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, imprese sociali, 5 milioni e mezzo di volontari e 850 mila lavoratori.  >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (27/04/2020)
Anffas e Uneba chiedono una revisione parziale del rapporto dell'ISS n. 4/2020
Lettera congiunta Anffas-Uneba. "A seguito della diffusione, tramite circolare del Ministero della Salute, del rapporto revisionato e aggiornato al 17 aprile 2020 dell’ISS n.4/2020 contenente le “Indicazioni ad interim per la prevenzione e il controllo dell’infezione da SARS-COV-2 in strutture residenziali sociosanitarie”, le associazioni Anffas e Uneba hanno deciso di indirizzare al Ministero della Salute e all'Istituto Superiore di Sanità (ISS) una lettera congiunta contenente alcune osservazioni concernenti quanto previsto all'interno del summenzionato documento". >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (27/04/2020)
“LE RSA SONO IMPORTANTI QUANTO GLI OSPEDALI: PARTIAMO DA QUI PER LA 'FASE 2' NEL DIFENDERE I PIU' FRAGILI DAL COVID19”
Il non profit sociosanitario di Uneba: le strutture per anziani, persone con disabilità, sofferenti psichici sono pilastri d'Italia. “La fase 2 della prevenzione del Covid19 avrà successo anzitutto se si diffonderà un principio: le RSA sono importanti tanto quanto gli ospedali. E lo stesso vale per le altre realtà che si dedicano a persone con disabilità, minori fuori famiglia, sofferenti psichici e persone con altre fragilità”. Comunicato stampa di Uneba. >>Continua - (27/04/2020)
Fase 2 e Comitato di esperti per la scuola: il Ministero “dimentica” la disabilità
Anche la scuola si prepara e si predispone alla cosiddetta Fase 2. Il diritto allo studio, la formazione di migliaia di studenti, la necessità di innovare le tecniche, le strutture, i procedimenti e le logiche stesse della formazione sono sfide delicate e nevralgiche che comportano capacità, competenza e visione politica. Il tema della disabilità è trasversale a tutte queste sfide, certamente non è una questione a parte o secondaria o da trattare in separata sede. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (21/04/2020)
Criticità rilevate dagli Enti sociosanitari a seguito d’infezione COVID 19 e richiesta costituzione tavolo di lavoro comune
Lettera inviata a Regione Lombardia, Protezione Civile ed ANCI in ordine alle criticità delle strutture residenziali  ed alla richiesta di costituzione di un tavolo comune di lavoro. Oggetto: Criticità rilevate dagli Enti sociosanitari a seguito d’infezione COVID 19 e richiesta costituzione tavolo di lavoro comune "Dall’inizio dell’emergenza epidemiologia, che ci vede tutti coinvolti, il Governo e le Regioni hanno emanato e diffuso atti diversi e numerosi, all’interno dei quali sono state fornite indicazioni operative per gestire le conseguenze dell’evolversi della situazione sanitaria. >>Continua - (20/04/2020)
COVID-19 e RSD: necessario ed urgente attivare un modello di sorveglianza attiva per tutelare le fasce più a rischio
“Il susseguirsi delle notizie relative alle gravi conseguenze del Covid-19 nell’elevato numero di soggetti contagiati che ancora oggi permane richiede, con particolare riferimento alle persone con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo, che siano posti in essere urgentemente efficaci strategie di previsione e prevenzione dell’ulteriore diffusione della pandemia. In tale ottica è necessario attuare una oculata gestione del territorio, risparmiando i presidi ospedalieri dal contagio ed evitando che diventino essi stessi amplificatori della diffusione. >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (20/04/2020)
Didattica a distanza per le persone con disabilità: sintesi normativa
Le scuole sono chiuse ma la didattica a distanza continua, anche per gli studenti con disabilità. Quali sono le norme che sanciscono il diritto allo studio per bambini e ragazzi. Le famiglie degli alunni e studenti con disabilità hanno segnalato, a partire dalle Regioni in cui si è diffuso per primo il contagio da Covid 19, lo stato di disorientamento e di abbandono in cui i loro figli si sono trovati prima con la chiusura delle scuole, poi con l’avvio della didattica a distanza. >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (20/04/2020)
“CORONAVIRUS: AIUTIAMO GLI ANZIANI E LE PERSONE CON DISABILITÀ RAFFORZANDO NELLE RSA E RSD LE NOSTRE SPECIFICHE COMPETENZE”
Interviene il settore sociosanitario lombardo: le nostre strutture sono comunità assistenziali, non ospedali e soprattutto non siamo terapie intensive. Per proteggere i più fragili dal Covid serve l'aiuto di tutti. Noi, migliaia di enti che sono parte. Comunicato stampa delle ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA SOCIO SANITARIE LOMBARDE"  - (17/04/2020)
Lombardia: tutelare la salute di ogni persona con disabilità e degli operatori
«Tutelare la salute delle persone con disabilità e degli operatori di ogni struttura residenziale e abitativa per persone con disabilità, garantendo loro l’accesso ai test diagnostici e la fornitura di dispositivi di protezione individuale, per ridurre il rischio di contagio delle categorie più fragili»: è questa la principale richiesta contenuta in una lettera inviata alla Regione Lombardia dalla Federazione LEDHA, che ha chiesto anche la costituzione di una “Unità Speciale Regionale”, dedicata all’assistenza di tutte le persone con disabilità. >>Continua - Tratto da Superando - (15/04/2020)
Fase 2, nella task force finalmente c'è anche la disabilità
C’è anche Giampiero Griffo, Coordinatore del Comitato tecnico-scientifico dell’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità, nella task force per la "fase 2" dell'emergenza legata al coronavirus, annunciata ieri. Il Comitato – che opererà in coordinamento con il Comitato tecnico scientifico - avrà il compito di elaborare e proporre misure necessarie a fronteggiare l'emergenza e per una ripresa graduale nei diversi settori delle attività sociali, economiche e produttive, anche attraverso l’individuazione di nuovi modelli organizzativi e relazionali, che tengano conto delle esigenze di contenimento e prevenzione dell’emergenza. Il Dott. Griffo si occuperà di fornire supporto al Comitato in tema di politiche per le persone con disabilità. A presiedere il Comitato sarà il Vittorio Colao. Qui tutti i nomi.  >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (14/04/2020)
Contagi alla Fondazione Piatti. I campioni sono stati fatti a Roma
Diciotto contagi alla Fondazione Piatti. I campioni sono stati fatti a Roma. Cento gli esami realizzati. Il 13 aprile sono arrivati gli esiti: 17 ospiti della RSD di Varese positivi, altri tre si trovano in ospedale mentre ci sono due morti. Sei i dipendenti risultati positivi nel centro di San Fermo. Un’altra struttura con persone disabili è sotto stretta osservazione con una percentuale importante di soggetti contagiati dal coronavirus. Si tratta della Fondazione Piatti ANFFAS con sede nel capoluogo varesino, nel rione di San Fermo e nel Comune di Sesto Calende. >>Continua - Tratto da Varese news- (14/04/2020)
Lettera del Presidente di Ledha a Regione Lombardia
Richiesta di provvedimenti per le persone con disabilità. "Come LEDHA – Lega per i diritti delle persone con disabilità – in qualità di organizzazione rappresentativa delle persone con disabilità e a seguito delle diverse richieste pervenute al nostro Centro Antidiscriminazione e della numerose segnalazioni pervenute da associazioni ma anche da altri enti di terzo settore, abbiamo già offerto il nostro contributo di idee e proposte alle amministrazioni pubbliche, per garantire il rispetto dei diritti e la risposta alle esigenze delle persone con disabilità, in questa epoca di emergenza." >>Continua - (09/04/2020)
INPS risponde a FISH sull’indennità di 600 euro
Lunedì 6 aprile, con un suo comunicato, FISH aveva denunciato alcune gravi lacune applicative del decreto legge “Cura Italia” e alcune diffuse distorsioni interpretative. Fra queste ultime FISH segnalava quella relativa all’indennità straordinaria ai lavoratori autonomi e con altri inquadramenti (i c.d. 600 euro). Da una lettura stringente della relativa circolare INPS, una parte dei patronati sindacali, come segnalato da un numero significato di persone con disabilità, ritengono che siano da escludere i lavoratori con disabilità titolari di pensione di invalidità civile (290 euro al mese) o cecità o sordità. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (09/04/2020)
Covid -19: attiva una nuova comunità di pratica Anffas
Considerata la grave emergenza pandemica in cui ci troviamo, l’Unità di Crisi Anffas Nazionale, nell'ambito delle sue molteplici attività di informazione e formazione per gestire le innumerevoli criticità che quotidianamente si presentano e al fine di supportare in maniera specifica gli operatori dei servizi a marchio Anffas (specie quelli di natura residenziale), ha attivato una comunità di pratica appositamente dedicata all'emergenza “Covid 19”per tutti i lavoratori Anffas, all’interno della quale è possibile consultare documenti, informazioni ed aggiornamenti utili e scambiare informazioni con l’intera rete.  >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (08/04/2020)
Centri diurni chiusi, perché i servizi alternativi non partono?
L’attività dei centri diurni per persone anziane o con disabilità è sospesa in tutta Italia dal 17 marzo 2020. Alcune regioni avevano già deciso la chiusura prima, con la solita macchia di leopardo, ma teniamo questa come data di riferimento. Il decreto legge #CuraItalia prevede che (art 47) «l’Azienda sanitaria locale può, d’accordo con gli enti gestori dei centri diurni sociosanitari e sanitari, attivare interventi non differibili in favore delle persone con disabilità ad alta necessità di sostegno sanitario, ove la tipologia delle prestazioni e l’organizzazione delle strutture stesse consenta il rispetto delle previste misure di contenimento».  >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (08/04/2020)
Disabilità e COVID 19: cambiare rotta, fare meglio, fare presto!
Il Governo sta per approvare nuove disposizioni a sostegno di un Paese già fortemente provato dall’emergenza COVID 19, dalla conseguente crisi economica e dall’enorme disagio sociale in evidente progressione. “Le persone con disabilità e le loro famiglie – esposte ai maggiori rischi sanitari e sociali – vivono questi momenti e le incertezze per il futuro con forte senso di preoccupazione ed ansia. I servizi spesso già di difficile fruizione, i sostegni già insufficienti, lo stato di povertà e il rischio di impoverimento che spesso accompagnano la disabilità sono condizioni su cui chiediamo un immediato intervento politico, organizzativo, finanziario.” >>Continua - Tratto da Fish onlus - (06/04/2020)
Coronavirus, il Terzo settore: “Così non ce la facciamo”
Fiaschi: Il Governo convochi subito la Cabina di Regia interministeriale per coordinare le azioni di sostegno per l’emergenza. “È indispensabile una convocazione urgente della Cabina di Regia interministeriale, prevista dalla legge sul Terzo settore. Stiamo rischiando di disperdere energie e risorse e di non esser efficaci nell’aiuto alle tantissime persone e famiglie che sono colpite da questa emergenza.” Questo l’allarme lanciato da Claudia Fiaschi, portavoce del Forum del Terzo Settore al termine della riunione del coordinamento del Forum tenuta nelle scorse ore. >>Continua - Tratto da Terzo settore - (06/04/2020)
Comune di Milano, al via i nuovi modelli di co-progettazione
Approvati i modelli di co-progettazione elaborati dagli enti gestori per garantire continuità di assistenza alle persone con disabilità. Zandrini (Consorzio SiR): "Esperienza che può essere presa a modello". Con una determina pubblicata il 31 marzo 2020, il comune di Milano ha approvato i modelli di co-progettazione elaborati dagli enti gestori "per la rimodulazione del sistema dei servizi sociali afferenti alle attività diurne socio-assistenziali e/o sociosanitarie per le persone con disabilità" in base a quanto previsto dall'articolo 48 del decreto "Cura Italia" (DL n. 18 de1 17 marzo 2020). >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (06/04/2020)
Emergenza COVID-19: Le emergenze epidemiche nelle strutture residenziali per le persone con disabilità
L'Unità di Crisi Covid-19 Anffas Nazionale, nel suo impegno costante di realizzazione e diffusione di materiali utili, ha prodotto un documento dal titolo "Le emergenze epidemiche nelle strutture residenziali per le persone con disabilità" avente come obiettivo primario quello di fornire le adeguate conoscenze e norme in materia sanitaria emanate dalle Autorità nazionali, regionali e locali, in grado di garantire un'appropriata gestione delle strutture residenziali in situazioni di emergenza epidemica.  >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (06/04/2020)
Disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo: a tutela della salute
«Per le persone con disabilità intellettiva e disturbi del neurosviluppo – scrivono dall’ANFFAS – ammalarsi di coronavirus può diventare un’ulteriore occasione di discriminazione, e influire pesantemente sulla loro salute e anche sulla loro sopravvivenza, specie in caso di ricovero ospedaliero»: per questo la stessa ANFFAS si rivolge alle famiglie e agli operatori sanitari, compresi quelli che hanno in carico persone che vivono nei servizi residenziali, attraverso una serie di indicazioni e raccomandazioni concrete per la tutela della salute, che meritano la maggior diffusione possibile. >>Continua - Tratto da Superando - (03/04/2020)
L’appello del Presidente nazionale Anffas al governo: «Fare i tamponi o rischio altissimo per le persone con disabilità»
«Chiedo al Governo di avviare una campagna di tamponi a tappeto in tutte le strutture residenziali per persone con disabilità e non autosufficienti affinché i positivi al Covid-19 possano essere individuati per tempo e isolati. Se così non sarà, il rischio reale è quello di un eccidio perché le persone con disabilità, ma anche gli anziani non autosufficienti, essendo debilitati, non riusciranno a salvarsi. Persone con disabilità e anziani non possono essere trattati come cittadini di serie B».  >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (31/03/2020)
“La strage degli innocenti”
Alle persone più fragili è negato l’accesso alle cure. Una forte denuncia dal Forum Terzo Settore Lombardia insieme a Ledha, Uneba Lombardia e Alleanza Cooperative Italiane-Welfare Lombardia. Questa volta gli innocenti non sono bambini, ma persone anziane con disabilità. Ma muoiono lo stesso, a centinaia. Tanti a casa a loro, molti di più nelle residenze socio-sanitarie regionali. Sono le persone con disabilità e fragilità, soprattutto anziane ma non solo, a cui in queste settimane è stata negata ogni forma elementare di difesa dal Covid19 e che ora stanno pagando con la vita questa negligenza. >>Continua - Tratto da Terzo settore - (30/03/2020)
Coronavirus, Forum “Il Terzo settore a Conte: noi ci siamo”
“E’ positiva la scelta del Governo di stanziare risorse immediate a favore delle famiglie in difficoltà e di affidare direttamente ai Comuni la gestione di queste risorse. Abbiamo apprezzato le parole del Presidente  del Consiglio quando ha voluto ricordare il ruolo fondamentale che svolge il volontariato e tutto il Terzo settore affiancandolo a quello delle amministrazioni comunali come antenne sociali sui bisogni delle persone”.  E’ quanto dichiarato dalla portavoce del Forum Nazionale del Terzo settore Claudia Fiaschi che commenta così la conferenza stampa del presidente del Consiglio Giuseppe Conte..  >>Continua - Tratto da Terzo settore - (30/03/2020)
COVID 19 e disabilità: appello alla politica, fare presto!
“Il Governo, nella sua ampia e veloce produzione normativa sull’emergenza che sta attanagliando il Paese e il mondo intero, ha previsto alcune misure di protezione e di sostegno per le persone con disabilità e per le loro famiglie. Sono misure importanti ma che devono essere affinate e potenziate e soprattutto devono prestare ulteriore attenzione a situazioni di estrema fragilità e rischio.” >>Continua - Tratto da Fish onlus - (27/03/2020)
Coronavirus, reagire è possibile
Associazioni e enti di terzo settore chiedono di essere messi nelle condizioni di poter garantire -in condizioni di sicurezza- i servizi essenziali alla vita delle persone con disabilità. Le persone anziane con disabilità che vivono nei servizi residenziali sono le prime e principali vittime dell’emergenza che stiamo vivendo in questi giorni. Ogni giorno si allunga l’elenco delle persone che perdono la vita a causa del Covid19, con cui sono entrati in contatto all’interno delle residenze sanitarie lombarde. >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (27/03/2020)
Coronavirus e lavoratori con disabilità: i chiarimenti di Inps e Ministero del lavoro
Due circolari risolvono le questioni di interpretazione sorte nei giorni scorsi rispetto al decreto "Cura Italia". Confermata l'interpretazione estensiva rispetto ai permessi legge 104/02 per i lavoratori con disabilità. Sono state emanate importanti circolari che risolvono le questioni di interpretazione e discriminazione, sorte nei giorni scorsi rispetto al decreto legge “Cura Italia” nelle parti in cui affrontava il tema delle agevolazioni riservate ai permessi previsti dalla legge 104/1992.  >>Continua - Tratto da Ledha - (27/03/2020)
LEDHA a Regione Lombardia: rinviare il Piano per la non autosufficienza
Considerate le difficoltà e l'incertezza legate all'epidemia di Conoravirus, le associazioni lombarde delle persone con disabilità chiedono all'assessore Bolognini la sospensione dell'attuazione del nuovo piano regionale. Gentile assessore Stefano Bolognini (Politiche sociali, abitative e disabilità) e direttore generale Giovanni Daverio. in un contesto, contrassegnato da crescenti difficoltà materiali così come da incertezze e ansie, crediamo che lo sforzo compiuto con l’approvazione della Dgr 2954/2020 non sia ancora sufficiente a garantire a tutte le persone con “disabilità grave e gravissima” quanto serve loro per vivere questo periodo in modo dignitoso.  >>Continua - Tratto da Ledha - (20/03/2020)
Coronavirus, LEDHA: Comuni ed enti gestori continuino a garantire la presa in carico
L'assistenza e la cura delle persone con disabilità non sono attività che possono essere sospese in attesa di tempi migliori. Servono interventi a domicilio, tutelando la salute degli operatori. Comuni ed enti gestori devono garantire i diritti fondamentali delle persone con disabilità che, a causa dell'epidemia di Coronavirus e a seguito dei provvedimenti adottati per contenerlo, sono costretti a restare all'interno delle proprie abitazioni.  >>Continua - Tratto da Ledha - (20/03/2020)
Coronavirus. Fiaschi: “Il Terzo settore non si ferma. Soddisfatti per la manovra”
Nel decreto Cura Italia diversi i provvedimenti che riguardano anche gli enti del Terzo settore, i suoi dipendenti o collaboratori. “Le misure approvate a sostegno delle organizzazioni di Terzo settore vanno nella direzione giusta.” Questo il primo commento della Portavoce del Forum Terzo Settore Claudia Fiaschi al decreto Cura Italia, approvato lunedì dal Consiglio dei Ministri.  >>Continua - Tratto da Terzo settore - (18/03/2020)
Restiamo in contatto con le persone con disabilità e le loro famiglie, l'appello del Presidente nazionale
Riportiamo l'appello del Presidente nazionale Anffas, Roberto Speziale, rivolto a tutte le strutture di rimanere in contatto e non lasciare sole le persone con disabilità e le loro famiglie in questo drammatico contesto.  >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (17/03/2020)
Decreto “Cura Italia”: si passi subito all’applicazione
FAND e FISH hanno espresso ieri il loro apprezzamento per il decreto-legge “Cura Italia” approvato ieri dal Consiglio dei Ministri. Come già espresso nei primi commenti, le Federazioni ribadiscono la necessità di rendere immediatamente operative quelle disposizioni e in particolare quelle che riguardano le persone con disabilità e le loro famiglie. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (17/03/2020)
Il Decreto “Cura Italia” e la disabilità
Permessi lavorativi e altre norme a favore dei lavoratori con disabilità, congedi parentali per i genitori, diritto al “lavoro agile”, chiusura dei centri diurni e prestazioni domiciliari: sono i temi affrontati dal Servizio HandyLex.org, nel proporre, in tempo reale, un’ampia analisi di cui suggeriamo caldamente la lettura, relativa ad alcune parti del Decreto Legge già noto come “Cura Italia”, approvato ieri, 16 marzo, dal Consiglio dei Ministri e che contiene ulteriori misure straordinarie di sostegno all’economia e alle famiglie, connesse all’emergenza sanitaria legata al coronavirus. >>Continua - Tratto da Superando - (17/03/2020)
Creazione Unità di Crisi Covid-19 Anffas Nazionale
Anffas Nazionale ha attivato una Unità di Crisi di livello nazionale per affrontare l’emergenza "Coronavirus” grazie ad un gruppo di tecnici della propria Rete che opererà anche a supporto delle proprie Strutture ma non solo. L'obiettivo è quello di garantire, per quanto possibile in questa situazione in continua evoluzione, informazioni utili, semplici e ogni altro supporto per gestire le innumerevoli criticità che quotidianamente si presentano.  >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (17/03/2020)
Coronavirus: tutte le informative utili
Considerata la situazione di emergenza legata al Coronavirus, Anffas mette di seguito a disposizione le informazioni e indicazioni inerenti le misure di contrasto al Covid-19 al fine di supportare l'intera collettività e affrontare al meglio le condizioni attuali. La pagina è da considerarsi in costante aggiornamento.  >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (16/03/2020)
Disegno di Legge A. S. n. 1461 “Disposizioni per il riconoscimento ed il sostegno del caregiver familiare”
È stata inviata alla 11^ Commissione permanente Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale, del Senato della Repubblica, la Memoria di Anffas sul Disegno di Legge A. S. n. 1461 “Disposizioni per il riconoscimento ed il sostegno del caregiver familiare”, documento con cui Anffas ha sottoposto alcune osservazioni e proposte di emendamenti per il disegno di legge in esame, sulla scorta dell’esperienza ultrasessantennale maturata in tema di disabilità e politiche sociali ed in rappresentanza delle oltre 30.000 persone con disabilità e loro famiglie che quotidianamente si interfacciano con le realtà Anffas presenti su tutto il territorio nazionale. >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (12/03/2020)
Spetta ai Comuni verificare e garantire la continuità didattica agli studenti con disabilità
"Promuovere e favorire, per quanto possibile, la continuità didattica ed educativa" è l'invito fatto da Regione Lombardia agli enti locali. Abet (LEDHA): "Non è un diritto esigibile, ma un'ottima opportunità". Regione Lombardia invita i Comuni a "promuovere e favorire, per quanto possibile, la continuità didattica ed educativa" agli studenti con disabilità del secondo ciclo garantendo il supporto a domicilio degli assistenti specialistici per le ore assegnate a ciascuno studente in base al PEI. La possibilità di richiedere tale supporto, è contenuta nella comunicazione "Inclusione scolastica degli studenti disabili di secondo ciclo" del 9 marzo 2020 inviata da Regione Lombardia ai Comuni del territorio e ad Anci Lombardia. >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (12/03/2020)
Coronavirus, LEDHA e FAND a Regione: verificare l'opportunità di tenere aperti i CDD
Le due associazioni chiedono una serie di interventi e valutazioni volti a tutelare le condizioni di salute delle persone con disabilità e dei loro familiari nel quadro dei provvedimenti per contenere l'epidemia. LEDHA-Lega per i diritti delle persone con disabilità e FAND (Federazione associazioni nazionale delle persone con disabilità) hanno inviato una lettera a Regione Lombardia per chiedere interventi e valutazioni volti a tutelare le condizioni di salute delle persone con disabilità e dei loro familiari nel quadro dei provvedimenti adottati per contenere l'epidemia di Covid-19 (Coronavirus). >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (12/03/2020)
Coronavirus e disabilità: FISH e FAND chiedono interventi urgenti
In questi giorni particolarmente convulsi e frenetici vengono opportunamente assunte misure per il contenimento della diffusione del Coronavirus ma anche di sostegno a famiglie, lavoratori, imprese. Queste misure tuttavia dovrebbero prestare ancora maggiore attenzione, secondo le Federazioni delle persone con disabilità (FAND e FISH), a chi è maggiormente esposto al rischio di contagio ma anche agli effetti sociali di un’emergenza che colpisce tutto. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (06/03/2020)
Caregiver familiari: le richieste di FISH e FAND in Senato
La precedente legislatura si è conclusa con un nulla di fatto rispetto all’attesa norma sui caregiver familiari nonostante all’esame del Senato vi fossero disegni di legge sottoscritti dalla maggioranza dei senatori eletti. La previsione di uno specifico fondo in legge di bilancio per il 2018 aveva un sapore meramente consolatorio in assenza di una specifica disposizione tanto attesa da milioni di persone e famiglie. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (05/03/2020)
#coronavirus, Speziale: “La vita delle persone con disabilità e non autosufficienti non vale meno”
Le persone con disabilità spesso presentano patologie correlate alla disabilità che le rendono una popolazione maggiormente esposta al contagio. Le persone con disabilità, specie se intellettive e del neurosviluppo, non sempre sono in grado di assumere comportamenti consapevoli ed idonei ad evitare o ridurre i rischi di contagio. Le persone con disabilità, qualora venissero contagiate, non sarebbero in grado di gestire le proprie condizioni di salute né sarebbero autonomi in regime di quarantena. >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (03/03/2020)
Coronavirus e persone con disabilità: misure straordinarie
Come ampiamente noto, il Governo per fronteggiare il rischio della diffusione del Coronavirus ha approvato il 22 febbraio un provvedimento che tuttavia può avere un impatto specifico su alcune condizioni che riguardano la disabilità. Su queste possibili ricadute è intervenuto, dopo un confronto con FAND e FISH, l’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. >>Continua - Tratto da Fish onlus - (25/02/2020)
L'espulsione di uno studente con disabilità è discriminazione
La sentenza del tribunale di Milano che ha accolto il ricorso presentato dalla famiglia del ragazzo con il supporto di LEDHA. La scuola condannata a risarcire il danno. L'espulsione da scuola di uno studente con disabilità per problemi comportamentali correlati alla sua condizione è un comportamento discriminatorio. Lo ha stabilito la prima sezione civile del Tribunale di Milano accogliendo il ricorso presentato dalla famiglia di Andrea (nome di fantasia, ndr) con il supporto del Centro antidiscriminazione Franco Bomprezzi di LEDHA-Lega per i diritti delle persone con disabilità. Il giudice ha riconosciuto il trattamento discriminatorio subito da Andrea, ovvero la violazione dei diritti umani da parte della scuola che è stata condannata al pagamento delle spese legali e a risarcire il danno patrimoniale. >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (24/02/2020)
Un’indagine approfondita sul lavoro delle persone con disabilità
Viene lanciata in questi giorni una delle azioni centrali di JobLab, progetto promosso dalla Federazione FISH, con il finanziamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Si tratta di un questionario online, rivolto a tutti i lavoratori con disabilità, che è particolarmente importante compilare e condividere, per aiutare finalamente a descrivere in modo scientifico gli ostacoli, le barriere, i supporti, la qualità delle relazioni esistenti nel contesto lavorativo. >>Continua - Tratto da Superando - (17/02/2020)
Fondo per la non autosufficienza: le associazioni chiedono a Regione più risorse
Le richieste in una lettera inviata al Consiglio regionale e all’assessore Bolognini: più impegno e maggiori risorse per garantire “i sostegni necessari a una vita dignitosa”. LEDHA-Lega per i diritti delle persone con disabilità e le principali associazioni lombarde per i diritti delle persone con disabilità hanno inviato una lettera alla Terza Commissione del Consiglio regionale della Lombardia per chiedere maggiore impegno e ulteriori risorse per garantire a tutte le persone interessate dal "Piano triennale regionale per la non autosufficienza" i sostegni necessari a una vita dignitosa. >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (13/02/2020)
FISH e FAND: più forte il quadro istituzionale sulle politiche per la disabilità
È una notizia rilevante che siano ripresi a pieno ritmo i lavori del Comitato Tecnico Scientifico dell’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità, presso il neocostituito Ufficio per le Politiche in favore delle Persone con Disabilità. E secondo le Federazioni FISH e FAND, i lavori sono ripresi in un quadro istituzionale molto più forte, poiché coordinati ora direttamente dalla Presidenza del Consiglio. Questo, infatti, potrebbe rendere più immediatamente praticabili ipotesi di riforma e azioni concrete, in àmbito di politiche sulla disabilità. >>Continua - Tratto da Superando - (07/02/2020)
In crescita il numero di alunni con disabilità, sono 284 mila: in dieci anni 91 mila in più
Gli alunni con disabilità sono il 3,3% degli iscritti. Una scuola su tre accessibile a chi ha difficoltà motorie; niente gite con pernottamento per il 66% degli alunni con disabilità. I dati del rapporto Istat “L'inclusione scolastica degli alunni con disabilità - Anno scolastico 2018-2019”. Si conferma l'aumento del numero di alunni con disabilità (+10 mila) che frequentano le scuole italiane (3,3% del totale degli iscritti). Lo rileva l'Istat nel rapporto “L'inclusione scolastica degli alunni con disabilità - Anno scolastico 2018-2019”. >>Continua - Tratto da Superabile - (07/02/2020)
Istituito l’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità
L’Ufficio ha il ruolo di supporto al Presidente del Consiglio dei Ministri nelle attività di promozione e coordinamento delle politiche, comprese quelle per l’accessibilità e la mobilità, in favore delle persone con disabilità. Nel nostro Paese è il Presidente del Consiglio dei Ministri (ovvero un Ministro delegato) ad avere in carico le funzioni di indirizzo e coordinamento in materia di politiche in favore delle persone con disabilità riguardo ai diversi ambiti: il lavoro, la salute, l’inclusione scolastica, l’accessibilità e la mobilità. >>Continua - Tratto da Superabile - (04/02/2020)
Lombardia: questa è finalmente una buona notizia
Il Consiglio Regionale della Lombardia ha approvato due mozioni con le quali sono stati in pratica azzerati i contenuti di quella Delibera di Giunta prodotta a fine dicembre, della quale numerose organizzazioni lombarde, a partire dalla Federazione LEDHA, avevano chiesto nei giorni scorsi profonde modifiche, «per garantire il rispetto dei diritti fondamentali delle persone con disabilità». «Quella Delibera – commentano dal Comitato Uniti per l’Autismo – aveva suscitato un’ondata di indignazione, ma ora alcuni problemi sembrano in via di risoluzione. E questa è finalmente una buona notizia». >>Continua - Tratto da Superando - (15/01/2020)
Minori con disabilità e contrasto alla povertà educativa, Acli e Anffas iniziano un percorso comune
Le Acli e l’Anffas iniziano un comune percorso di riflessione e proposta per migliorare il benessere individuale e familiare, a partire dalla vita delle persone con disabilità nella scuola. Gianluca Budano, Consigliere di Presidenza Acli con delega alle Politiche Familiari  e co-portavoce nazionale Investing in Children, e Roberto Speziale, Presidente nazionale Anffas e Presidente Consulta Disabilità Forum Nazionale Terzo Settore, nell’articolo che proponiamo qui sotto, descrivono la condizione dei bambini con disabilità in Italia e nello stesso tempo vengono lanciate alcune proposte riguardo l’integrazione dei fondi già esistenti, l’implementazione dei servizi e un radicale cambio di marcia nella presa in carico dei soggetti più deboli. >>Continua - Tratto da Anffas Onlus - (14/01/2020)
Il diritto all’assistenza va garantito, senza se e senza ma
«L’assistenza alle persone con disabilità non può né deve dipendere dalle risorse finanziarie disponibili, e nemmeno dai posti presso le strutture semiresidenziali»: lo ha stabilito qualche giorno fa una Sentenza del Consiglio di Stato, che memore di altri fondamentali pronunciamenti prodotti soprattutto in àmbito di inclusione scolastica, ha rovesciato un precedente provvedimento del TAR del Veneto, dando ragione ai familiari di un minore con disabilità cui l’Azienda ULSS 6 del Veneto aveva negato l’inserimento in un Centro Diurno, motivando la decisione con «ragioni di bilancio». >>Continua - Tratto da Superando - (07/01/2020)
Mozione assembleare di ANFFAS Lombardia
Mozione assembleare approvata all’unanimità dall’Assemblea regionale di ANFFAS Lombardia del 25/11/2019: "L’Assemblea di ANFFAS Lombardia ONLUS ha esaminato, discusso e condiviso l’azione svolta nelle scorse settimane dalla Presidenza (con l’ausilio del comitato tecnico) nei confronti di Regione Lombardia (in particolare: Ass.to al Welfare e Ass.to alle Politiche Sociali, Abitative e alla Disabilità)." >>Continua.- (26/11/2019)
Sette richieste per un nuovo welfare lombardo per la disabilità
Nel 2020 in Lombardia si conclude il Piano di Azione Regionale per le persone con disabilità. Anffas Lombardia, Aci Welfare Lombardia e Uneba Lombardia hanno avviato una interlocuzione con la Regione su come garantire il consolidamento, la tenuta e la riqualificazione dell’attuale sistema di welfare lombardo per la disabilità. Con gli Stati Generali che si sono tenuti a Milano tra maggio e giugno, Anffas Lombardia ha aperto una riflessione profonda su come garantire il consolidamento, la tenuta e la riqualificazione dell’attuale sistema di welfare lombardo per la disabilità. Articolo di Vita - (05/11/2019)
Il Piano Educativo Individualizzato non si tocca: una Sentenza della Cassazione
Con un pronunciamento che costituirà un prezioso precedente giurisprudenziale, la Corte di Cassazione ha confermato un’Ordinanza del Tribunale di Caltanissetta, che aveva disposto la cessazione della condotta discriminatoria da parte di un Comune ai danni di un minore con autismo iscritto alla scuola dell’infanzia. Quel Comune, infatti, aveva assicurato solo 10 delle 22 ore di assistenza all’autonomia e alla comunicazione stabilite dal PEI (Piano Educativo Individualizzato). Alla base della decisione la Legge 67/06, che tutela le persone con disabilità da ogni discriminazione. >>Continua - Tratto da Superando - (04/11/2019)
Aggiornare le politiche, i servizi e gli interventi rivolti alle persone con disabilita’ – rivedere le tariffe dei servizi socio-sanitari – stabilizzare le sperimentazioni – riformare le attivita’ di riabilitazione rivolte ai minori
AGGIORNARE LE POLITICHE, I SERVIZI E GLI INTERVENTI RIVOLTI ALLE PERSONE CON DISABILITA’ – RIVEDERE LE TARIFFE DEI SERVIZI SOCIO-SANITARI – STABILIZZARE LE SPERIMENTAZIONI – RIFORMARE LE ATTIVITA’ DI RIABILITAZIONE RIVOLTE AI MINORI “. Comunicato Stampa sottoscritto da ANFFAS LOMBARDIA, ACI WELFARE LOMBARDIA, UNEBA LOMBARDIA. Testo - (31/10/2019)
Sostegno scolastico, per la Cassazione le ore non si possono ridurre
Anief commenta la notizia dell'indagine interna annunciata e avviata dal ministro Fioramonti. Con la sentenza n. 25101, la Corte ha ribadito che è illecito fare modifiche una volta che il piano individualizzato dell’alunno disabile è stato stabilito. I “numeri della vergogna”. Cancellare tutte o parte delle ore settimanali di sostegno agli alunni con disabilità, previste dalla loro programmazione educativa, è un atto illegittimo che crea un danno al giovane in formazione. >>Continua - Tratto da Superabile - (17/10/2019)
Da LEDHA, un progetto di legge regionale per la vita indipendente
Riconoscimento della preminenza del Progetto individuale, Budget di salute, Agenzia per la vita indipendente e accessibilità dei servizi sanitari sono i cardini della proposta. Lo scorso 19 settembre, in occasione del convegno organizzato per festeggiare i 40 anni di attività, LEDHA-Lega per i diritti delle persone con disabilità - ha presentato una prima bozza del “Progetto di legge regionale per il diritto alla vita indipendente delle persone con disabilità”. Ancora oggi, infatti, il diritto alla vita indipendente non è ancora pienamente riconosciuto a tutte le persone con disabilità che vivono in Lombardia. In modo particolare per coloro che richiedono un forte sostegno. >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (14/10/2019)
Lettera al Presidente di  Regione Lombardia, Attilio Fontana
Lettera inviata al Presidente di  Regione Lombardia, Attilio Fontana dal presidente di Anffas Lombardia Onlus: "Illustrissimo Signor Presidente, lo scorso 16 Luglio, con lettera prot.63/ER/rs, Le inviammo una richiesta di incontro al fine di avviare un confronto su una serie di questioni pressanti relative ai  sostegni necessari alle persone con disabilità e loro famiglie."  >>Continua - (16/09/2019)
Disabili e inclusione lavorativa: cose da sapere
Per conoscere appieno le difficoltà di inclusione lavorativa delle persone disabilità è necessario conoscere – non solo ma anche – lo stato in cui versano i meccanismi e le procedure per gli incentivi alle loro assunzioni. La legge 68/1999, quella sul diritto al lavoro dei disabili, prevedeva, già in origine, alcuni incentivi per le aziende che assumono persone con disabilità, ma queste agevolazioni sono state decisamente rafforzate nel 2015 (decreto legislativo 151 applicativo del Jobs Act). >>Continua - Tratto da Fish onlus  (04/07/2019)  
Regione Lombardia: serve un nuovo progetto obiettivo per la disabilità
Stati Generali di Anffas Lombardia. Due giornate di lavoro (17 e 21 maggio) dedicate ai temi strutturali del sistema di welfare regionale rivolto alle persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, 100 partecipanti (Amministratori ANFFAS, dirigenti e operatori dei servizi e della rete associativa ANFFAS), 30 esperienze presentate (quasi tutte svolte in collaborazione con altri soggetti di terzo settore, istituzioni del territorio, e tutte realizzate al di fuori dei canali di finanziamento pubblico ordinario). >>Comunicato stampa (14/06/2019)
L’Assemblea Nazionale di Anffas dice basta alla negazione di diritti e proclama lo stato di mobilitazione permanente
Con una mozione generale, approvata all’unanimità, le persone con disabilità e le famiglie facenti parte di Anffas rivolgono al Ministro per la Famiglia e le Disabilità, Lorenzo Fontana, un accorato appello affinché siano ascoltate le proprie istanze. “I nostri diritti vengono ancor oggi, e sempre più negati e la vita dei nostri congiunti con disabilità, unitamente a quella di noi genitori e familiari, è oggetto di discriminazioni, emarginazione e mancanza di pari opportunità”. >>Continua - Tratto da Anffas Onlus (12/06/2019)
Riforma del Terzo settore? Arriva la guida online
È la nuova sezione di Cantiereterzosettore.it il sito del progetto Capacit’Azione condotto da Forum terzo settore Lazio in collaborazione con il Forum nazionale e CSVnet. Una guida online facile e gratuita per orientare gli enti di terzo settore tra le novità della nuova normativa. È “La riforma. Istruzioni per l’uso”, un’apposita sezione del Cantiere terzo settore, il sito web del progetto “Capacit’Azione. Investire in formazione è costruire il futuro”, condotto dal Forum Terzo Settore* Lazio in collaborazione con il Forum nazionale e CSVnet. >>Continua - Tratto da Anffas Onlus (24/05/2019)
ANFFAS: CONCLUSA L’ASSEMBLEA NAZIONALE 2019
L’ASSOCIAZIONE HA APPROVATO LE MODIFICHE DELLO STATUTO E HA DEFINITO IL SUO NUOVO COMPLESSIVO ASSETTO ALLA LUCE DELLA RIFORMA DEL TERZO SETTORE. Si è chiusa venerdì 31 maggio u.s. l’Assemblea Nazionale di Anffas, svoltasi a Roma, presso il Centro Congressi Frentani, che ha visto la presenza di oltre 350 partecipanti, provenienti da tutta Italia. Comunicato stampa - (03/06/2019)
Ulteriore riconoscimento di Anffas per il suo impegno nella tutela dei diritti umani delle persone con disabilità e dei loro familiari
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha conferito un ulteriore importante riconoscimento dell’impegno di Anffas nella promozione dei diritti umani delle persone con disabilità e dei loro familiari attraverso il conferimento del titolo di “Cavaliere della Repubblica” al Presidente Nazionale Anffas, Roberto Speziale. Il presidente della Repubblica, visto lo statuto dell'Ordine "Al merito della Repubblica Italiana" ed avvalendosi della facoltà prevista dall'articolo n.2 con decreto in data 19 Dicembre 2018, ha concesso l'Onoreficenza di Cavaliere al Presidente Nazionale Anffas Roberto Speziale. >>Continua - Tratto da  Anffas Onlus  (05/03/2019)
Un’accelerazione al percorso della Disability Card
Un’accelerazione al percorso della Carta Europea della Disabilità è arrivata dalla Legge di Bilancio e a tal proposito la FISH – titolare in Italia del progetto, in partenariato con l’altra Federazione FAND – ha partecipato a un incontro al Ministero per la Famiglia e le Disabilità, per parlare delle fasi necessarie a concretizzare l’operazione. L’EU Disability Card, va ricordato, permetterà alla persone con disabilità di accedere a vari servizi gratuiti o a costo ridotto in materia di trasporti, cultura e tempo libero, in regime di reciprocità con i Paesi che hanno aderito all’iniziativa. >>Continua - Tratto da Superando - (05/02/2019)
L’Istituto Superiore di Sanità e l’autismo
L’elaborazione in corso di due nuove Linee Guida, una per i bambini e gli adolescenti, l’altra per gli adulti, l’aggiornamento delle Linee di Indirizzo Sanitario e molto altro, in particolare sul piano della diagnosi precoce e della formazione: durante una recente riunione del Comitato Scientifico della Fondazione Trentina per l’Autismo, Maria Luisa Scattoni, coordinatrice del Progetto Nazionale per il riconoscimento precoce dell’autismo NIDA, oltreché coordinatrice dell’Osservatorio Nazionale Autismo, ha spiegato le principali iniziative dell’Istituto Superiore di Sanità in àmbito di autismo. >>Continua - Tratto da Superando - (07/01/2019)

Archivio In Primo piano

Ultima modifica: Thu, 24 Sep 2020 09:47:43 GMT

ANFFAS LOMBARDIA ONLUS - Sede Legale: via Livigno, 2 – 20158 MILANO
Sede operativa: via Livigno, 2 - 20158 MILANO - Tel. 02/6570425 – fax 02/6570426
CF 97339800159 - UBI Banca, sede di via Manzoni, Milano - IBAN: IT17N0311101665000000000767