• Normale
  • Solo testo
  • Testo con contrasto
  • Testo Normale
  • Testo Medio
  • TestoGrande
  • Home page

ANFFAS Lombardia: Prima pagina : In primo piano :

Il SAI?, Servizio Accoglienza Informazione,
è uno spazio dedicato alle persone con disabilità ed ai loro familiari per essere informati sui propri diritti e poterne rivendicare la piena esigibilità.

Per usufruire del servizio è possibile rivolgersi allo
sportello più vicino.
Guarda l'elenco dei
26 servizi SAI?
Anffas della Lombardia
Approfondimenti

Quaderni di Anffas Lombardia

"Pagare il Giusto
-
"
La presa in carico
"

Anffas Lombardia
 
ANFFAS LOMBARDIA ONLUS

Il Codice Etico
 
La nostra linea associativa

Anffas Lombardia 

 

 IN PRIMO PIANO

XII GIORNATA MONDIALE DELLA CONSAPEVOLEZZA SULL’AUTISMO
In vista della Giornata Mondiale dell'Autismo, segnaliamo alcuni eventi che vedono la presenza di Uniti Per L'Autismo e che hanno come scopo un cambio di sguardo sull'autismo e il coinvolgimento della società civile e dei decisori politici attraverso varie forme di comunicazione artistica:
- 28 marzo ore 18:00 inaugurazione della Mostra Art Opening di Ricky Pravettoni e Roberta Biondini presso lo Spazio N3 in Piazza Città di Lombardia - la mostra proseguirà fino al 6 aprile - Inaugurazione
- 29 marzo ore 17:00 presso il Centro Congressi di Fondazione Cariplo in Via Romagnosi Milano Evento "Mai Più Soli" con la presenza di Elio e dell'Orchestra di Via Padova - per iscriversi è sufficiente inviare una mail a maipiusoli@portamipermano.it - Locandina
- 2 Aprile ore 9:30 presso l'Auditorium Testori di Regione Lombardia si terrà l'Evento "Insieme Per Spiegare Le Ali"  pensato per aumentare la consapevolezza del'autismo anche attraverso un dialogo a più voci; per iscriversi basta inviare una mail a Convegno_Autismo@Regione.Lombardia.it - Brochure
Programma. (22/03/2019)
Siamo avviliti, ma non molliamo
Ancora una volta un esponente politico ha usato espressioni ingiuriose verso le persone con disabilità per sminuire un avversario. LEDHA e Coordinamento Down Lombardia scrivono alla consigliera regionale Carmela Rozza. New York, marzo 2019. Marta Sodano, una giovane donna con sindrome di Down interviene come portavoce di CoorDown al Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite in occasione della conferenza internazionale “Leave no one behind in education”, promossa da Down Syndrome International in occasione della Giornata mondiale sulla sindrome di Down.  >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (21/03/2019)
LEDHA a Regione: “Intervenire urgentemente in favore delle persone con ‘gravissima disabilità’”
L’associazione ha scritto all’assessore alle Politiche sociali per risolvere una serie di criticità legate all’applicazione della norma sul Fondo per la non autosufficienza, che sta provocando disagi ai potenziali beneficiari. Ad alcune settimane di distanza dall’approvazione del programma di attuazione del Fondo per la non autosufficienza in Lombardia -salutato positivamente per l’importante quota di risorse mobilitate dalla Regione- LEDHA-Lega per i diritti delle persone con disabilità ha inviato una lettera all'assessore per le Politiche sociali, abitative e disabilità per chiedere “la risoluzione di alcuni gravi problemi che si sono verificati in fase di attuazione di quanto previsto dalla delibera”. E che stanno creando gravi disagi alle persone con disabilità grave e ai loro familiari.  >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (19/03/2019)
Giornata Mondiale della Sindrome di Down, 21 marzo 2019
La Sindrome di Down è una disposizione cromosomica presente in natura che è sempre stata una parte della condizione umana, esiste in tutte le regioni del mondo e comunemente si traduce in effetti variabili su stili di apprendimento, caratteristiche fisiche o salute. Un accesso adeguato all'assistenza sanitaria, ai programmi di intervento precoce e all'educazione inclusiva, nonché un'adeguata ricerca, sono vitali per la crescita e lo sviluppo dell'individuo. >>Continua - Tratto da  Anffas Onlus  (19/03/2019)
Nessuna persona con sindrome di Down dovrà più essere lasciata indietro
«Non abbiamo molti motivi per festeggiare, perché fino a quando anche una sola persona con sindrome di Down non avrà le stesse opportunità di studiare, lavorare e partecipare attivamente alla vita sociale, non ci sarà ragione di festeggiare»: lo dicono i protagonisti di “Reasons To Celebrate” (“Le ragioni per festeggiare”), il video che è al centro della campagna internazionale lanciata in Italia dal CoorDown (Coordinamento Nazionale delle Associazioni delle Persone con Sindrome di Down), in occasione dell’ormai imminente Giornata Nazionale delle Persone con Sindrome di Down del 21 marzo. >>Continua - Tratto da Superando - (19/03/2019)
La sostanza non cambia: le famiglie con disabilità trattate peggio delle altre
«Non eravamo soddisfatti alla pubblicazione del Decreto Legge e nemmeno dopo le modifiche al Senato. Lo siamo ancora meno dopo l’approvazione, presso le Commissioni della Camera, dell’emendamento di origine governativa. La sostanza, infatti, non è cambiata ed è che i nuclei familiari in cui sia presente una persona con disabilità sono trattati in modo meno favorevole di tutti gli altri nuclei»: così dalla Federazione FISH viene commentato l’emendamento di origine governativa, riguardante il Decreto Legge su reddito e pensioni di cittadinanza, attualmente in dirittura d’arrivo alla Camera >>Continua - Tratto da Superando - (19/03/2019)
Compartecipazione alla spesa, anche il Consiglio di Stato boccia il Comune di Milano
I giudici hanno stabilito che è illegittimo chiedere alle persone con disabilità di dare fondo ai propri risparmi per pagare le spese di assistenza. Mantegazza (Ledha Milano): “Una sentenza che per noi non è una sorpresa”. Il Consiglio di Stato con la sentenza 01485/2019 depositata in data 4 marzo 2019 ha respinto  il ricorso presentato dal Comune di Milano contro la  sentenza 00094 pubblicata in data 15 gennaio 2018 della Sez. III del T.A.R. per la Lombardia-Milano, con la quale erano stati annullati i provvedimenti comunali che prevedevano la necessaria “consumazione” del patrimonio mobiliare (la liquidità) di cui era titolare la persona ospitata in una RSD, eccedente la soglia di 5.000 euro, prima dell’intervento comunale integrativo. euro”.  >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (07/03/2019)
Reddito di cittadinanza: FAND e FISH confermano le richieste alla Camera
Le due federazioni sono state audite alla Camera. Troppo spesso la disabilità è causa di impoverimento, ma questo non viene riconosciuto tra i criteri per accedere al reddito di cittadinanza. FAND e FISH sono state audite nella giornata di martedì 5 marzo dalle Commissioni riunite XI Lavoro e XII Affari sociali che alla Camera stanno analizzando il decreto-legge su reddito di cittadinanza e pensioni (numero 4/2019).  >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (06/03/2019)
“Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 28 gennaio 2019” - MEMORIA ANFFAS ONLUS
Memoria ANFFAS ONLUS per le Commissioni riunite XI (Lavoro pubblico e privato) e XII (Affari sociali) della Camera dei deputati su d.d.l. n. 1637, “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4 recante disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni”. >>Continua - Tratto da  Anffas Onlus  (05/03/2019)
Ulteriore riconoscimento di Anffas per il suo impegno nella tutela dei diritti umani delle persone con disabilità e dei loro familiari
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha conferito un ulteriore importante riconoscimento dell’impegno di Anffas nella promozione dei diritti umani delle persone con disabilità e dei loro familiari attraverso il conferimento del titolo di “Cavaliere della Repubblica” al Presidente Nazionale Anffas, Roberto Speziale. Il presidente della Repubblica, visto lo statuto dell'Ordine "Al merito della Repubblica Italiana" ed avvalendosi della facoltà prevista dall'articolo n.2 con decreto in data 19 Dicembre 2018, ha concesso l'Onoreficenza di Cavaliere al Presidente Nazionale Anffas Roberto Speziale. >>Continua - Tratto da  Anffas Onlus  (05/03/2019)
Assegnare subito quell’assistente all’autonomia e alla comunicazione!
Ha preso posizione, il Centro Antidiscriminazione Franco Bomprezzi della LEDHA (Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità), sulla situazione di quel bimbo con autismo, già segnalata anche dal nostro giornale, al quale non viene assegnato dal Comune di Milano l’assistente all’autonomia e alla comunicazione, nonostante ciò sia previsto dalle varie leggi. In tal senso la Federazione lombarda ha inviato una lettera di contestazione di condotta discriminatoria al Sindaco di Milano e alla responsabile dell’Area Comunale Direzione Educazione (“Area Servizi all’Infanzia”). >>Continua - Tratto da Superando - (04/03/2019)
28 marzo 2019. Anffas Open Day, porte aperte per l'inclusione sociale
Tutte le strutture associative – circa 1000 in tutta Italia - in cui Anffas da 61 anni si prende cura e carico di oltre 30.000 persone con disabilità e dei loro familiari, il prossimo 28 marzo con la formula “Open Day” organizzeranno, con il protagonismo diretto delle persone con disabilità, convegni, spettacoli e tante altre iniziative volte a diffondere la cultura dell’inclusione sociale, delle pari opportunità, della non discriminazione e del diritto di decidere. >>Continua - Tratto da  Anffas Onlus  (02/03/2019)
Dieci anni di Convenzione Onu in Italia: tante attese, pochi successi
È del 3 marzo 2009 la legge di ratifica della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, entrata in vigore il 15 marzo. Dopo 10 anni, cosa è cambiato? Quanto quell'approccio così diverso, basato sui diritti e non sull'assistenza, è diventato realtà? Cosa manca ancora? Per Roberto Speziale la chiave è «la partecipazione». >>Continua - Tratto da  Anffas Onlus  - (02/03/2019)
Crema, continuano le difficoltà per gli studenti con disabilità
La denuncia di Anffas Crema: "Alcuni ragazzi possono restare in classe solo quando è presente l'assistente ad personam. Per questa ragione si riducono le ore di frequenza", spiega Daniela Martinenghi. “Alcuni studenti con disabilità restano in classe soltanto quando è presente con loro l’assistente ad personam -specificatamente dedicato a loro- perché il docente di sostegno fatica a gestirli. Per questa ragione, si riducono le ore di frequenza a scuola e aumentano le difficoltà per i genitori, che devono lavorare ma allo stesso tempo non possono lasciare il figlio a casa da solo”. >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (01/03/2019)
Informativa su riparto risorse annualità 2018 del Fondo Nazionale per le non autosufficienze
In data 11.02.2019 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 dicembre 2018 contente il “Riparto del fondo per le non autosufficienze per l’anno 2018”. Con tale decreto, in sostanza, si vanno a ripartire tra le Regioni i 450 milioni di euro che, nella legge di bilancio per l’anno 2018, erano stati specificatamente appostati dallo Stato per la non autosufficienza, unitamente agli ulteriori 12,2 milioni di euro recuperati dalle attività dell’Inps inerenti l’accertamento della permanenza dei requisiti sanitari per i titolari di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità (ossia certificazione ai sensi della Legge n. 68/99), che si vanno ad aggiungere alle risorse del Fondo in virtù della specifica norma introdotta con l’articolo 1 comma 109 della Legge 228/2012. >>Continua - Tratto da  Anffas Onlus  (26/02/2019)
Marta racconterà alle Nazioni Unite la sua esperienza educativa
Il 21 marzo prossimo, in occasione della quattordicesima Giornata Mondiale sulla Sindrome di Down, sarà Marta Sodano, giovane lavoratrice con sindrome di Down, a raccontare la propria esperienza educativa, vissuta tra ostacoli e conquiste. E lo farà come portavoce del CoorDown (Coordinamento delle Associazioni delle Persone con Sindrome di Down) alle Nazioni Unite di New York, intervenendo insieme a tanti altri speaker, provenienti da ogni parte del mondo, per diffondere il messaggio che le persone con sindrome di Down hanno diritto alle stesse opportunità di ogni altro studente. >>Continua - Tratto da Superando - (22/02/2019)
Ripartizione del fondo per la non autosufficienza, il commento di LEDHA
"I risultati del confronto tra Regione e le associazioni sono stati positivi: trovate le risorse per garantire, anche per il 2019, l'accesso universale alla 'Misura B1'. che non è subordinata a una soglia ISEE". Il 12 febbraio, Regione Lombardia ha approvato la Dgr 1253/2019 che ha stabilito le modalità di ripartizione del Fondo nazionale per le non-autosufficienze che, integrato con ulteriori risorse regionali, ammonta a 83,5 milioni di euro. Il provvedimento regionale conferma l’attuazione della cosiddetta “Misura B1” che stabilisce l’erogazione di un buono e di un voucher socio-sanitario per le persone con disabilità gravissima che vivono a domicilio.  >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (21/02/2019)
Fondo per la non autosufficienza, si riparte con le misure B1 e B2
Regione Lombardia ha approvato la delibera per il riparto di 83,5 milioni di euro per il 2019 per l'erogazioni di buoni e voucher destinati alle persone con disabilità grave e gravissima. Con l’approvazione della Dgr 1253 del 12 febbraio 2019, Regione Lombardia ha stabilito il programma operativo regionale a favore delle persone con disabilità grave (Misura B2) e gravissima (Misura B1) per la ripartizione delle risorse del Fondo nazionale per le Non-autosufficienze, integrate a risorse regionali per l'annualità FNA 2019 (dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019). Complessivamente, le risorse a disposizione ammontano a 83,5 milioni di euro.  >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (21/02/2019)
Sostegno, 270 mila alunni con disabilità; i servizi latitano e l’inclusività passa per i tribunali
Anief invita il Parlamento ad approvare una legge che trasformi i posti in deroga in organico di diritto, risponda alle richieste di personale ogni anno inoltrate delle scuole e passi gli assistenti all’autonomia a ruoli statali e non stagionali. Così si garantisce il diritto all’istruzione e la continuità didattica, non certo con inutili blocchi quinquennali sui trasferimenti. Ma per i ricercatori “i dati visti finora ancora non ci informano sulla effettiva inclusione delle ragazze e dei ragazzi con disabilità nelle scuole italiane”, con fenomeni compensativi tra docenti di sostegno e assistenti all’autonomia e comunicazione. . >>Continua - Tratto da  Anffas Onlus  (19/02/2019)
Bando ausili: risolte alcune criticità. Ma tante persone rischiano di essere escluse
Per chiedere contributi sarà il richiedente a scegliere se usare l'ISEE ordinario o quello socio-sanitario. Ma chi ha effettuato una spesa prima del 24 ottobre 2018 rischia di essere escluso dal beneficio. Si è svolto venerdì 8 febbraio l’incontro tra i rappresentanti di Regione Lombardia (assessorato alle Politiche per la famiglia, genitorialità e pari) e LEDHA-Lega per i diritti delle persone con disabilità per un confronto sullo stato di attuazione della Legge 23/99 (erogazione di contributi per l’acquisto di strumenti tecnologicamente avanzati).  >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (13/02/2019)
“Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni” - Memoria ANFFAS ONLUS
Memoria ANFFAS ONLUS per 11^ Commissione permanente Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale, Senato della Repubblica su Decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4 (DDL 1018). Anffas Onlus (Associazione Nazionale Famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale), nel ringraziare per l’opportunità di produrre la presente memoria, intende sottoporre alcune osservazioni e proposte di emendamenti per il disegno di legge in esame, sulla scorta dell’esperienza ultrasessantennale maturata in tema di disabilità e politiche sociali ed in rappresentanza delle oltre 30.000 persone con disabilità e loro famiglie che quotidianamente si interfacciano che le realtà Anffas presenti su tutto il territorio nazionale. >>Continua -Tratto da  Anffas Onlus - (08/02/2019)
Reddito di cittadinanza e pensioni: la FISH ribadisce le proprie istanze
«Considerando questo provvedimento come un intervento di contrasto alla povertà assoluta e all’esclusione sociale, esso deve valutare più correttamente la disabilità, sia in termini di erogazione di sostegni economici che di politiche per favorire l’inclusione sociale»: lo si legge nella Memoria presentata dalla FISH al Senato sul Decreto riguardante il reddito di cittadinanza e le pensioni. Per l’occasione la Federazione ha ripresentato le proprie proposte di emendamento al provvedimento, come già fatto in un incontro al Ministero per la Famiglia e le Disabilità. >>Continua - Tratto da Superando - (07/02/2019)
Sondrio, il Comune istituisce il "Tavolo dell'accessibilità"
L'iniziativa è il punto d'arrivo di un percorso di sensibilizzazione promosso da "Valtellina accessibile". Il referente, Walter Fumasoni: "Tenere una lampadina sempre accesa sull'accessibilità". Dopo l’istituzione del Garante delle persone con disabilità, la Giunta del Comune di Sondrio ha deliberato l’istituzione -in via sperimentale per un anno- del “Tavolo dell’accessibilità”. Il tavolo avrà una funzione consultiva riguardo a tutte le tematiche legate al superamento delle barriere architettoniche sia per l’edilizia pubblica sia per quella privata.  >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (07/02/2019)
Chiediamo alla Regione un maggiore ascolto
«Per combattere realmente la povertà, è importante valorizzare al meglio le Istituzioni locali, a partire da Comuni e Regioni, e gli Enti e le Associazioni del Terzo Settore che lavorano sul territorio a stretto contatto con chi ha bisogno. E non va nemmeno disperso il patrimonio di conoscenze e azioni che ha prodotto il Reddito di Inclusione varato dai precedenti Governi»: lo ha dichiarato Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, a commento dell’Audizione in cui il Senato ha ascoltato i rappresentanti dell’Alleanza contro la Povertà. >>Continua - Tratto da Superando - (07/02/2019)
Per combattere la povertà, coinvolgere Istituzioni locali e Terzo Settore
Un’accelerazione al percorso della Carta Europea della Disabilità è arrivata dalla Legge di Bilancio e a tal proposito la FISH – titolare in Italia del progetto, in partenariato con l’altra Federazione FAND – ha partecipato a un incontro al Ministero per la Famiglia e le Disabilità, per parlare delle fasi necessarie a concretizzare l’operazione. L’EU Disability Card, va ricordato, permetterà alla persone con disabilità di accedere a vari servizi gratuiti o a costo ridotto in materia di trasporti, cultura e tempo libero, in regime di reciprocità con i Paesi che hanno aderito all’iniziativa. >>Continua - Tratto da Superando - (07/02/2019)
Un’accelerazione al percorso della Disability Card
Un’accelerazione al percorso della Carta Europea della Disabilità è arrivata dalla Legge di Bilancio e a tal proposito la FISH – titolare in Italia del progetto, in partenariato con l’altra Federazione FAND – ha partecipato a un incontro al Ministero per la Famiglia e le Disabilità, per parlare delle fasi necessarie a concretizzare l’operazione. L’EU Disability Card, va ricordato, permetterà alla persone con disabilità di accedere a vari servizi gratuiti o a costo ridotto in materia di trasporti, cultura e tempo libero, in regime di reciprocità con i Paesi che hanno aderito all’iniziativa. >>Continua - Tratto da Superando - (05/02/2019)
LEDHA continua il confronto sulla Misura B1
Il presidente Alessandro Manfredi ha inviato una lettera ai presidenti delle associazioni che fanno parte della federazione sul Fondo nazionale per le non autosufficienze 2019. Continua il confronto tra LEDHA-Lega per i diritti delle persone con disabilità e Regione Lombardia in merito alla misura B1 del Fondo nazionale per la non autosufficienza (FNA). Un confronto avviato il 22 novembre 2018 con un tavolo presso l’assessorato regionale alle Politiche sociali, abitative e disabilità e a cui LEDHA ha sempre partecipato esponendo con chiarezza le esigenze delle persone con disabilità, a partire dall’esigenza di un aumento delle risorse per far fronte all’incremento degli assistiti: dai 4.963 del 2016 ai 5.767 al 31 dicembre 2018 (dati di Regione Lombardia).  >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (30/01/2019)
L’Istituto Superiore di Sanità e l’autismo
L’elaborazione in corso di due nuove Linee Guida, una per i bambini e gli adolescenti, l’altra per gli adulti, l’aggiornamento delle Linee di Indirizzo Sanitario e molto altro, in particolare sul piano della diagnosi precoce e della formazione: durante una recente riunione del Comitato Scientifico della Fondazione Trentina per l’Autismo, Maria Luisa Scattoni, coordinatrice del Progetto Nazionale per il riconoscimento precoce dell’autismo NIDA, oltreché coordinatrice dell’Osservatorio Nazionale Autismo, ha spiegato le principali iniziative dell’Istituto Superiore di Sanità in àmbito di autismo. >>Continua - Tratto da Superando - (07/01/2019)
Solo l’ISEE deve servire a calcolare la capacità contributiva
«Questa Sentenza è molto importante, perché afferma come la compartecipazione di una persona con disabilità al costo di un servizio socio-sanitario di cui beneficia vada determinata in funzione e in proporzione alla sua condizione economica»: a dirlo è Gaetano De Luca, legale della Federazione LEDHA, commentando una recente Sentenza con cui il Consiglio di Stato, dando ragione ai genitori di una persona con grave disabilità, ha stabilito che l’unico modo per calcolare la condizione economica del beneficiario di un servizio sia l’ISEE, senza la possibilità di utilizzare criteri ulteriori.  >>Continua - Tratto da Superando - (11/12/2018)
“Sbilanciamoci!” per i diritti, la pace e l’ambiente
«Il welfare non è un costo, è un diritto ed è un investimento; e una società più istruita, formata e sana esprime anche un’economia più innovativa e capace di futuro»: lo dichiara tra l’altro Giulio Marcon, portavoce della Campagna “Sbilanciamoci!”, iniziativa composta da un nutrito gruppo di organizzazioni della società civile, tra cui anche la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), che ha presentato in questi giorni il suo ventesimo Rapporto, intitolato “Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace e l’ambiente”.  >>Continua - Tratto da Superando - (28/11/2018)
Giocare è un diritto, anche per i bambini con disabilità: nasce un nuovo Spazio
L'associazione L'abilità che da vent'anni mette il gioco al centro delle sue proposte e soprattutto del suo pensiero, ha inaugurato ieri a Milano un nuovo Spazio Gioco da 600mq, che accoglierà 80 bambini l'anno. «La prova di un radicale cambiamento nell’approccio alla disabilità, all’inclusione», afferma il direttore Carlo Riva. La presidente Laura Borghetto rilancia: «Milano diventi la Città del gioco per tutti». A Milano è nato un nuovo Spazio Gioco: è quello dell’associazione L’abilità onlus, che da 20 anni garantisce il diritto e al gioco ai bambini con disabilità, un diritto previsto tra l’altro dalla Convenzione ONU sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. >>Continua - Tratto da Vita (27/11/2018)
La violenza sulle donne con disabilità: dati inquietanti
Violenza sulle donneInquietanti i dati che raccontano le violenze e gli abusi subiti dalle ragazze e dalle donne con disabilità. Emergono con chiarezza già dai primissimi questionari raccolti dall’indagine VERA (Violence Emergence, Recognition and Awareness), un’iniziativa promossa da FISH e da Differenza Donna che intende approfondire e portare alla luce appunto il fenomeno della violenza sulle donne con disabilità, che sono, secondo ISTAT, circa 2 milioni. >>Continua - Tratto da Fish onlus (26/11/2018)
Dopo di noi. Uno sportello di consulenza legale gratuita per le persone con disabilità
Il servizio partirà a Milano tra fine anno e inizio 2019, frutto di una convezione tra Comune e Ordine degli Avvocati. Le questioni organizzative e legali legate al Dopo di Noi sono complesse e richiedono una conoscenza specifica degli strumenti e delle opzioni che possono essere messe in campo per garantire un futuro sereno alla persona con disabilità che si trovi ad essere priva del sostegno famigliare. >>Continua -Tratto da Disabili.com - (12/11/2018)
Famiglia, disabilità, povertà, Terzo settore: cosa prevede la Legge di Bilancio
Ci sono 100 milioni annui aggiuntivi per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021 per il fondo per le politiche familiari, altrettanti per il Fondo Non Autosufficienza e 120 milioni per le politiche sociali. Introvabile il "dopo di noi", ma dal ministero rassicurano: «confermato lo stanziamento in essere». Il Fondo per il Reddito di Cittadinanza non svuota tutto il Fondo Povertà. Male il Servizio civile e la Cooperazione allo sviluppo. >>Continua -Tratto da  Anffas Onlus - (09/11/2018)
No al trattamento coatto e all’istituzionalizzazione delle persone con disabilità!
Numerose autorevoli organizzazioni che lavorano per i diritti delle persone con disabilità e tanti noti esperti di salute mentale, stanno conducendo una dura battaglia contro la proposta di protocollo aggiuntivo alla Convenzione di Oviedo sulla bioetica, dedicato alla “Protezione dei diritti umani e della dignità delle persone con disturbo mentale in relazione al ricovero e al trattamento coatto”, ritenendo che esso violi la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, autorizzando, di fatto, il trattamento coatto e l’istituzionalizzazione delle persone con disabilità.  >>Continua - Tratto da Superando - (16/07/2018)
“Ragazzi in gamba”: gli adolescenti con sindrome di Down
In Italia oggi 1 bambino ogni 1.200 nasce con la sindrome di Down, ma negli ultimi 40 anni molte cose sono cambiate a livello nazionale ed europeo. In Europa, l’aspettativa di vita delle persone con sindrome di Down è di 62 anni; l’80% raggiunge i 55 anni e il 10% arriva ai 70. Se negli anni ’40 difficilmente i bambini con sindrome di Down superavano i 12 anni di età oggi, su 38mila persone, 25mila sono maggiorenni. L’idea più diffusa, fino a non molti anni fa, era che le persone con un deficit intellettivo sarebbero state per sempre dipendenti dai loro genitori, degli eterni bambini che non avrebbero potuto inserirsi nella società e nel mondo del lavoro.  >>Continua -Tratto da  Anffas Onlus - (22/03/2018)
La retorica dei falsi invalidi? Guardate quanto ha fruttato e poi chiedete scusa
2009/2012: 800.000 controlli su altrettante persone per verificare se davvero avessero i requisiti per ricevere le provvidenze economiche relative a minorazioni civili, disabilità e handicap di cui godevano. 2013/2015: 150.000 nuove verifiche all'anno, in aggiuntiva all’ordinaria attività ispettiva, finalizzate, nero su bianco, “all’accertamento della permanenza dei requisiti sanitari e reddituali nei confronti dei titolari di benefici di assegno di invalidità civile, cecità civile, sordità, handicap e disabilità”.  >>Continua -Tratto da  Anffas Onlus - (23/02/2018)
Illegittimo chiedere di dare fondo ai risparmi per le spese di assistenza
In una Delibera del Comune di Milano – analoga a quella di numerosi altri Comuni della Lombardia – si chiede alle persone con disabilità e ai loro familiari di “consumare” i propri risparmi, prima che l’Ente Locale intervenga con l’erogazione di servizi sociali e sociosanitari. Ora il TAR di Milano ha stabilito l’illegittimità di quel provvedimento, accogliendo un ricorso presentato dall’amministratore di sostegno di una giovane con disabilità, azione supportata dalla Federazione LEDHA e dall’ANFFAS di Milano >>Continua -Tratto da Superando - (07/02/2018)

Archivio In Primo piano

Ultima modifica: Fri, 22 Mar 2019 15:43:07 GMT

ANFFAS LOMBARDIA ONLUS - Sede Legale: via Livigno, 2 – 20158 MILANO
Sede operativa: via Livigno, 2 - 20158 MILANO - Tel. 02/6570425 – fax 02/6570426 - Email: info@anffaslombardia.it
CF 97339800159 - UBI Banca, sede di via Manzoni, Milano - IBAN: IT17N0311101665000000000767