• Normale
  • Solo testo
  • Testo con contrasto
  • Testo Normale
  • Testo Medio
  • TestoGrande
  • Home page

ANFFAS Lombardia: Dossier : Sanitari :

Dossier Presentazione Servizi socio assistenziali Servizi socio sanitari

 

La rete delle unità d’offerta sanitarie
per le persone con disabilità in Regione Lombardia

 

La rete dei servizi sanitari semiresidenziali e residenziali di NPIA

La presa in carico dei disturbi neurologici, psichiatrici, cognitivi e dello sviluppo in età evolutiva richiede un approccio inizialmente sanitario volto a definire con tempismo e certezza il quadro clinico/diagnostico ed il piano di interventi terapeutici e riabilitativi.

Le strutture del SSR preposte a questo compito afferiscono alla rete dei servizi della Neuropsichiatri a dell’infanzia e dell’adolescenza dislocati sul territorio e/o presso le aziende ospedaliere.

Il privato può contribuire allo sviluppo di queste unità di offerte nell’ambito del processo di accreditamento previsto per le strutture di cura del SSR.

Tra le offerte di servizi di NPIA accreditate nella rete Anffas della Lombardia sono attive due strutture:
una semiresidenziale (
CRS) e una residenziale (CT)


 

 

Inizio
Unità di offerta: CRS
Centro terapeutico e riabilitativo semiresidenziale per bambini e adolescenti



Normativa regionale di riferimento

- DGR 6 Agosto 1998 – n. 6/38133
- DGR 19 Marzo 2008 n. 6860 Linee di indirizzo NPIA
- Documento 2003 gruppo di lavoro regionale NPIA (Centri Semiresidenziali   Terapeutici per Adolescenti CSRTA)
- Requisiti Accreditamento Struttura di ricovero e cura –casa di cura- centro diurno di NPI

Definizione del Servizio
Centro semiresidenziale di Neuro psichiatria Infantile e Adolescenziale
Il servizio si colloca tra le opportunità nel percorso diagnosi - cura - riabilitazione a favore di bambini ed adolescenti con patologie neuropsichiche e neuromotorie per i quali la UONPIA (Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile e Adolescenza) dell’Azienda Ospedaliera ha previsto un percorso di trattamenti mirato.

Destinatari
Il Servizio è rivolto a minori con patologie neuropsichiche e neuromotorie

Obiettivi del Servizio
L’intervento semiresidenziale può rappresentare la risposta appropriata ai bisogni di presa in carico e cura dei minori con patologie neuropsichiche e neuromotorie Il servizio semiresidenziale è connotato in primo luogo dalla possibilità di operare con la famiglia contribuendo a far diventare la stessa punto di forza del processo terapeutico e riabilitativo (facilita il transfert delle abilità dall’ambito riabilitativo a quello familiare). Per tale ragione lo sviluppo di questa unità di offerta, contribuendo a ridurre il carico familiare , risulta lo snodo di tutto il processo di presa in carica del giovane e della sua famiglia e prezioso volano di integrazione e mediazione tra i servizi ( UONPIA, Comune ) e la scuola. La permanenza nella struttura semiresidenziale deve essere temporanea, compatibilmente con le esigenze del minore e della famiglia.

Attività
L’intensità delle prestazioni ( giornate < o> alle 4 ore e ore di frequenza settimanale e tipologia di trattamento ) vengono definite nel progetto riabilitativo individuale redatto dall’erogatore del servizio su proposta dell’inviante ( UONPIA, medico ) sentito il parere della famiglia.
Parte degli interventi possono essere svolti anche nei luoghi di vita del contesto di riferimento familiare e scolastico.

Figure professionali
Assistenza medica neuropsichiatrica, ( infermieristica al bisogno ) psicologica, riabilitativa/ educativa in rapporto alle caratteristiche dei casi e dell’organizzazione dei moduli.

Aspetti organizzativi generali
Prestazioni giornaliere > < alle 4 ore . Apertura 40 ore settimanali . Frequenza variabile a seconda del progetto individuale proposto dalle UONPIA. Servizio sanitario senza contributo a carico delle famiglie.

Requisiti strutturali
Requisiti Accreditamento Struttura di ricovero e cura –casa di cura- centro diurno di NPI

La rete dei CRS a marchio ANFFAS in Lombardia

CRS BESOZZO (VA ) Fondazione R. Piatti Onlus

CRS MILANO Fondazione R. Piatti Onlus (per Autismo e disturbi pervasivi dello sviluppo)
 
 
 
 
 
 
Inizio
Unità di offerta: Centro residenziale di NPIA
Comunità Terapeutica per minori
 



Normativa regionale di riferimento
- DGR 6 Agosto 1998 – n. 6/38133
- DGR 19 Marzo 2008 n. 6860 Linee di indirizzo NPIA
- Documento 2003 gruppo di lavoro regionale NPIA
- Requisiti Accreditamento Struttura di ricovero e cura –casa di cura- centro residenziale di NPI

Definizione del Servizio

La Comunità terapeutica psico-educativa per pre-adolescenti e adolescenti è una struttura che utilizza la residenzialità temporanea e di breve/medio termine a fini terapeutici, riabilitativi, educativi e assistenziali, in situazioni nelle quali si rende indispensabile il momentaneo allontanamento del minore dal contesto socio-familiare.
DGR 6 Agosto 1998 – n. 6/38133 - DPR 14 gennaio 1997

Destinatari
Il Servizio è rivolto a:
- pre-adolescenti ed adolescenti, maschi e femmine, affetti da patologie psichiche riconducibili a disturbi pervasivi dello sviluppo, gravi disturbi di personalità, disturbi della condotta, psicosi, sindromi affettive;
- disturbi comportamentali associati a quadri di insufficienza mentale

Obiettivi del Servizio
La Comunità Terapeutica psico-educativa per adolescenti con patologie psichiche è una struttura sanitaria prevista tra le unità di offerta che la Regione Lombardia ha definito nell’area della Neuropsichiatria Infantile e dell’Adolescenza per rispondere ai bisogni terapeutico-riabilitativi di minori con gravi psicopatologie che necessitano del distacco temporaneo dalla famiglia.
Le strutture residenziali rappresentano una delle possibili risposte terapeutiche al bisogni di alcuni tra gli utenti dei servizi di NPIA qualora si rendano necessari non solo interventi terapeutico-riabilitativi intensivi e complessi, ma anche una parziale discontinuità con il contesto di vita (tempi di permanenza)
L’intervento terapeutico riabilitativo svolto con modalità residenziale deve rappresentare un intervento temporaneo definito in raccordo con le UONPIA invianti e parte di un sistema complesso e integrato dei servizi.

Attività
L’intervento terapeutico si avvale di un approccio multidisciplinare bio-psico-socio-educativo. La presa in carico globale prevede interventi di tipo neuropsichiatrico, farmacologico, psicologico e psicoterapeutico, educativo, relazionale, assistenziale e si ispira a diversi principi metodologici, riconosciuti dalle Linee Guida Sinpia.
Il Progetto terapeutico educativo individuale è sottoposto a periodica revisione attraverso supervisioni di équipe, incontri con i servizi e con la famiglia.
Procedure gestionali, protocolli, linee guida, supervisioni e riunioni d’équipe garantiscono la correttezza degli interventi

Figure professionali
Educatori professionali con titolo sanitario, medici NPIA, IP, psicologi clinici, riabilitatori della neuro psicomotricità

Aspetti organizzativi generali
Massimo 20 posti con moduli organizzativi non superiori ad 8 posti ( possibile deroga a 10 pos. )

Requisiti strutturali
Requisiti Accreditamento Struttura di ricovero e cura –casa di cura- centro residenziale di NPI

La rete delle CT a marchio ANFFAS in Lombardia
 
COMUNITÀ TERAPEUTICA PER MINORI – VIA Cirene 1, Fogliaro (VA ) - Fondazione R. Piatti Onlus

 AMBULATORIO DI RIABILITAZIONE IN ETA’ EVOLUTIVA - Il Tubero – Anffas Crema

Ultima modifica: Tue, 14 May 2013 20:03:31 GMT

ANFFAS LOMBARDIA ONLUS - Sede Legale: via Livigno, 2 – 20158 MILANO
Sede operativa: via Livigno, 2 - 20158 MILANO - Tel. 02/6570425 – fax 02/6570426 - Email: info@anffaslombardia.it
CF 97339800159 - UBI Banca, sede di via Manzoni, Milano - IBAN: IT17N0311101665000000000767