• Normale
  • Solo testo
  • Testo con contrasto
  • Testo Normale
  • Testo Medio
  • TestoGrande
  • Home page

ANFFAS Lombardia: Prima pagina : In primo piano :

Il SAI?, Servizio Accoglienza Informazione,
è uno spazio dedicato alle persone con disabilità ed ai loro familiari per essere informati sui propri diritti e poterne rivendicare la piena esigibilità.

Per usufruire del servizio è possibile rivolgersi allo
sportello più vicino.
Guarda l'elenco dei
26 servizi SAI?
Anffas della Lombardia
Approfondimenti

Quaderni di Anffas Lombardia

"Pagare il Giusto
-
"
La presa in carico
"

Anffas Lombardia
 
ANFFAS LOMBARDIA ONLUS

Il Codice Etico
 
La nostra linea associativa

Anffas Lombardia 

 

 IN PRIMO PIANO

Dopo di noi. Uno sportello di consulenza legale gratuita per le persone con disabilità
Il servizio partirà a Milano tra fine anno e inizio 2019, frutto di una convezione tra Comune e Ordine degli Avvocati. Le questioni organizzative e legali legate al Dopo di Noi sono complesse e richiedono una conoscenza specifica degli strumenti e delle opzioni che possono essere messe in campo per garantire un futuro sereno alla persona con disabilità che si trovi ad essere priva del sostegno famigliare. >>Continua -Tratto da Disabili.com - (12/11/2018)
Famiglia, disabilità, povertà, Terzo settore: cosa prevede la Legge di Bilancio
Ci sono 100 milioni annui aggiuntivi per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021 per il fondo per le politiche familiari, altrettanti per il Fondo Non Autosufficienza e 120 milioni per le politiche sociali. Introvabile il "dopo di noi", ma dal ministero rassicurano: «confermato lo stanziamento in essere». Il Fondo per il Reddito di Cittadinanza non svuota tutto il Fondo Povertà. Male il Servizio civile e la Cooperazione allo sviluppo. >>Continua -Tratto da  Anffas Onlus - (09/11/2018)
Lavoro e disabilità: chi li ha visti quei provvedimenti?
Dopo oltre tre anni da un Decreto Legislativo intervenuto per semplificare e potenziare la Legge 68/99 sul collocamento mirato delle persone con disabilità, non vi è ancora traccia né delle Linee Guida in materia di collocamento mirato delle persone con disabilità, né della Banca Dati del Collocamento Mirato, previste da quello stesso Decreto. A rompere ora il silenzio, è intervenuta la deputata Lisa Noja, con due specifiche Interrogazioni a risposta scritta, rivolte al Ministro del Lavoro e a quello per la Famiglia e per le Disabilità, chiedendo conto dell’applicazione di quella norma.  >>Continua - Tratto da Superando - (09/11/2018)
Contro il linguaggio dell’odio e del pregiudizio
Uno sgradevole video, in circolazione in queste ore, ritrae il portavoce del Presidente del Consiglio, Rocco Casalino, proferire considerazioni gravissime sulle persone anziane e sulle persone con sindrome di Down. Poco rileva il fatto che quelle affermazioni siano datate e, ancor meno, che si tenti ora di relativizzarle o, peggio, minimizzarle: producono un effetto pesante in termini di comunicazione e di diffusione di quello stigma che da anni tentiamo di contrastare in tutti i modi. >>Continua. - Tratto da Fish onlus (09/11/2018)
Come si sta applicando quella Legge Regionale?
A due anni dall’approvazione della Legge Regionale Lombarda 15/16, che punta a garantire a tutte le persone con disabilità una presa in carico integrata di carattere sanitario, sociosanitario e sociale, la Federazione LEDHA e il Comitato Uniti per l’Autismo hanno inviato una lettera ai Dirigenti di tutte le Aziende Socio Sanitarie Territoriali (ASST) della propria Regione (e per conoscenza alla Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia), per sapere quali delibere, servizi e misure siano stati messi in atto o saranno messi in atto, per ottemperare a quanto previsto da tale norma.  >>Continua - Tratto da Superando - (06/11/2018)
Di Maio non incontra la FISH
Giovedì 25-10, il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Luigi Di Maio, attraverso il suo profilo Facebook informava di aver incontrato “le associazioni dei lavoratori disabili [così nel testo, NdR] Ante, Abilitando e Movimento italiano disabili insieme al nostro viceministro alla Famiglia e alla Disabilità [così nel testo, NdR] Vincenzo Zoccano.” >>Continua. - Tratto da Fish onlus (29/10/2018)
Grillo: le parole del pregiudizio
Ancora una volta Beppe Grillo (esempio peraltro imitato), usa termini piuttosto volgari, oltre che profondamente scorretti, per stigmatizzare gli avversari politici, cadendo pure nei più bassi luoghi comuni figli del pregiudizio. Fossero pezzi teatrali, potrebbero essere liquidati come scivoloni di cattivo gusto di un comico a fine carriera, un motivo in più perché quella carriera, appunto, finisca in fretta lasciando ricordi meno sgradevoli. >>Continua. - Tratto da Fish onlus (22/10/2018)
“Dopo di noi”, dal 2019 consulenza legale gratis per le persone disabili a Milano
PComune di Milano e Ordine degli avvocati firmano per aprire uno sportello in Tribunale dedicato alla legge 112 e alle tematiche del “dopo di noi”. Oggi in città progetti per 284 persone con 2,9 milioni di investimento. Il presidente dell'Ordine Danovi: “Il nostro impegno per alleviare situazioni di grave disagio” >>Continua -Tratto da Superabile - (17/10/2018)
Alunni con disabilità: 41% senza sostegno
Due settimane fa, in concomitanza con l’inizio dell’anno scolastico, FISH ha lanciato un sondaggio presso le famiglie con bimbi e ragazzi con disabilità, per comprendere al meglio quale fosse la qualità dell’inclusione scolastica. Già le precedenti segnalazioni apparivano infatti piuttosto inquietanti: ritardi nell’assegnazione di insegnanti di sostegno, assenza di assistenti all’educazione o alla comunicazione, lacune nell’assistenza igienica e materiale e altri elementi che impattano negativamente sulla frequenza scolastica. >>Continua. - Tratto da Fish onlus (10/10/2018)
Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità
Il tema dell'IDPD di quest'anno è "Dare potere alle persone con disabilità e garantire inclusione e uguaglianza" e si concentra sull'empowerment delle persone con disabilità per arrivare allo sviluppo inclusivo, equo e sostenibile previsto nell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. >>Continua -Tratto da  Anffas Onlus - (09/10/2018)
FISH replica a Zoccano, sottosegretario per le disabilità
La FISH, come crediamo molte altre organizzazioni e persone, ha letto con curiosa attenzione l’intervista a Vincenzo Zoccano, sottosegretario del Ministero per la famiglia e le disabilità, pubblicata ieri dal settimanale Vita. Le aspettative sul fronte della disabilità sono infatti assai elevate sia per le “promesse elettorali” di entrambi i partiti al Governo, quali ad esempio il raddoppio delle pensioni di invalidità civile, sia per tutte le istanze e le emergenze ancora in sospeso. >>Continua. - Tratto da Fish onlus - (09/10/2018)
Dopo di noi, il Governo si impegna a ripristinare i 10 milioni
Con dieci mesi di ritardo, è scoppiata nei giorni scorsi l’indignazione generalizzata per il taglio di 10 milioni al fondo per il dopo di noi. Un taglio - è vero - inserito in legge di Bilancio dal MEF nel novembre 2017, sotto il Governo Gentiloni, che andava a decurtare di 5 milioni per il 2018 e di altri 5 per il 2019 il Fondo per l'assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare che era nato sotto il Governo Renzi nel giugno 2016 e dotato stabilmente per legge di 56,1 milioni di euro a decorrere proprio dal 2018 (articolo 3 della legge 112/2016). >>Continua -Tratto da  Anffas Onlus - (24/09/2018)
La mancanza di insegnanti di sostegno in classe è discriminatoria
Tante le difficoltà per gli alunni e studenti con disabilità all’inizio del nuovo anno scolastico. LEDHA chiede un rapido intervento degli enti preposti per far cessare il disagio. L’inizio del nuovo anno scolastico sta presentando notevoli difficoltà per gli alunni e studenti con disabilità che, in molti casi, al loro ingresso in classe non hanno trovato ad attenderli l’insegnante di sostegno. La situazione è stata denunciata -a livello nazionale- dalla FISH (Federazione italiana superamento handicap) che evidenzia inoltre come la recente stabilizzazione di circa 13mila insegnanti di sostegno non sia stata sufficiente a garantire la continuità didattica e a fare in modo che tutti gli alunni con disabilità possano, ogni giorno, seguire proficuamente le lezioni.  >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (24/09/2018)
FAND e FISH: questo chiediamo al Governo
«Riteniamo doveroso cercare il confronto attivo con i decisori politici a tutti i livelli, con un atteggiamento di collaborazione, ma anche di consapevolezza del nostro diritto e dovere di partecipazione e del nostro impegno a tutelare e promuovere sempre il diritto all’inclusione delle persone con disabilità»: lo scrivono FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali di Persone con Disabilità) e FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), presentando al Governo le proprie ricostruzioni su tutte le principali questioni riguardanti le politiche sulla disabilità.  >>Continua - Tratto da Superando - (19/09/2018)
Dopo di noi: per il 2018 le regioni rischiano di non vedere 1 euro
Con dieci mesi di ritardo, è scoppiata nei giorni scorsi l’indignazione generalizzata per il taglio di 10 milioni al fondo per il dopo di noi. Un taglio - è vero - inserito in legge di Bilancio dal MEF nel novembre 2017, sotto il Governo Gentiloni, che andava a decurtare di 5 milioni per il 2018 e di altri 5 per il 2019 il Fondo per l'assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare che era nato sotto il Governo Renzi nel giugno 2016 e dotato stabilmente per legge di 56,1 milioni di euro a decorrere proprio dal 2018 (articolo 3 della legge 112/2016).   >>Continua -Tratto da  Anffas Onlus - (18/09/2018)
Dopo di noi: il Governo reintegri il fondo previsto dalla legge 112
Appello di LEDHA all'esecutivo. Il presidente Manfredi: “Ci preoccupa il segnale, in controtendenza rispetto alla legge del 2016, che sostiene le persone con disabilità adulte nella costruzione di un percorso di vita indipendente”. Nei giorni scorsi, la Conferenza unificata delle Regioni ha espresso l’intesa sul riparto delle risorse del Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare per l'anno 2018, previsto dalla legge 112/2016 (“Dopo di noi2). Come ha evidenziato la stessa Conferenza il fondo è stato decurtato di circa 5 milioni di euro, passando dai 56,1 milioni di euro previsti dal decreto legge 112/2016 ai 51,1 milioni effettivamente messi a disposizione per il 2018.  >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità (13/09/2018)
Nuovi criteri per i fondi dedicati all’assistenza degli alunni con disabilità
Restano invariati (75 milioni) i fondi nazionali a supporto delle spese di Regioni e Città Metropolitane, per i servizi di assistenza agli alunni con disabilità. Cambiano però i criteri di ripartizione (riguardanti le sole Regioni a Statuto Ordinario), guardando molto più agli alunni con disabilità iscritti che non alla spesa media sostenuta in passato dalle scuole. «Bene – secondo Vincenzo Falabella, presidente della FISH – che il decreto di riparto sia giunto prima dell’inizio della scuola, il problema è se e come le Regioni e gli Enti Locali si sono organizzati».  >>Continua - Tratto da Superando - (11/09/2018)
Dopo di Noi. Come si può garantire continuità ai progetti senza un fondo strutturale?
La Conferenza Unificata delle Regioni ha dato l’ok al riparto del fondo per sostenere progetti a supporto di persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, ma pongono una raccomandazione. E’ arrivato il via libera anche delle Regioni al riparto dei fondi, relativi al 2018, previsto dalla legge "Dopo di noi" per l'assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. Come avevamo avuto modo di raccontarvi, infatti, mancava solo questo ok affinchè si potesse procedere al riparto dei 51,1 milioni che dovranno servire a sostenere interventi per garantire un futuro alle persone con grave disabilità che non abbiano più parenti o familiari in grado di provvedere a loro. >>Continua -Tratto da Disabili.com - 011/09/2018)
“Dopo di noi”, primo bilancio della legge a Milano: 284 progetti approvati
Poche richieste per domotica e automazione nelle case, molte domande per “accompagnamento all'autonomia”. A due anni dall'approvazione della legge, il comune presenta i primi dati. Maistri: stanziamenti per quasi 3 milioni di euro. Sono passati due anni dall'approvazione della legge 112 del 2016 e Milano fa il suo primo bilancio. >>Continua -Tratto da Superabile - (05/09/2018)
Diritto allo studio: ancora criticità e problemi
Tra pochi giorni oltre 250.000 alunni con disabilità torneranno a scuola e troveranno 139.000 insegnanti per il sostegno cui se ne sono aggiunti circa 13.000 recentemente stabilizzati dal Governo. E tuttavia, come sottolinea la UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), nemmeno quest’anno mancheranno le criticità e i problemi, dalla carenza di docenti di sostegno specializzati, alla mancata realizzazione di piani didattici personalizzati, dalla presenza di barriere architettoniche ancora in troppe scuole, fino alla carenza di servizi di trasporto gratuito e di assistenza  >>Continua - Tratto da Superando - (30/08/2018)
FiSH: verso mesi impegnativi
Contratto di Governo e disabilità; ruolo e azioni del nuovo Ministero per la Famiglia e le Disabilità; applicazione del Programma d’Azione biennale, che appare ancora lettera morta a quasi un anno dal relativo Decreto: sono i principali tra i tanti temi che fanno pensare ad «un autunno impegnativo e forse caldo» a Vincenzo Falabella, presidente della FISH, la Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, che ha potuto per altro incassare nelle scorse settimane un paio di soddisfazioni, in àmbito di accessibilità dei siti web e delle applicazioni mobili e dell’inclusione scolastica  >>Continua - Tratto da Superando - (28/08/2018)
Livelli Essenziali di Assistenza: serve un controllo più puntuale
«La forbice che ancora c’è tra le Regioni è inaccettabile e conferma le profonde disuguaglianze presenti nel nostro Servizio Sanitario Pubblico. Per questo è indispensabile rafforzare il ruolo del Ministero della Salute nell’attività di coordinamento, verifica sostanziale e intervento nei confronti delle Regioni, quando i LEA non sono garantiti»: lo dichiara Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i Diritti del Malato di Cittadinanzattiva, commentando i dati ancora provvisori del monitoraggio 2016 dei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), da parte del Ministero della Salute  >>Continua - Tratto da Superando - (27/08/2018)
Se il «Dopo di noi» parte in ritardo, a rischio l’indipendenza delle persone con disabilità
Fonte www.corriere.it/buone-notizie/ - Parole chiave emancipazione, indipendenza, inclusione, partecipazione. «Il Dopo di Noi non va inteso solo come un posto letto in una struttura. Prima viene un progetto di vita, attualmente invece il 95% dell’alternativa alla casa dei parenti sono le strutture residenziali», dice Emilio Rota, presidente della Fondazione Dopo di Noi Anffas Onlus.   >>Continua -Tratto da  Anffas Onlus - (19/07/2018)
FISH sul Codice delle disabilità
In questi giorni il Presidente del Consiglio Conte ha annunciato l’intento, per ora senza declinarlo negli aspetti operativi, di promuovere un “codice delle disabilità” in cui concentrare tutte le norme in materia. Su tale ipotesi il Sottosegretario per la famiglia e le disabilità, Vincenzo Zoccano conferma che vi è stata una preliminare condivisione fornendo anche i primi dettagli. Sembra di intendere che non si tratterà solo e tanto di un testo unico, quanto di uno strumento normativo che investa anche nuovi ambiti (caregiver, revisione dell’ISEE ecc.), introducendo nuovi benefici e razionalizzandone altri.>>Continua. - Tratto da Fish onlus - (18/07/2018)
No al trattamento coatto e all’istituzionalizzazione delle persone con disabilità!
Numerose autorevoli organizzazioni che lavorano per i diritti delle persone con disabilità e tanti noti esperti di salute mentale, stanno conducendo una dura battaglia contro la proposta di protocollo aggiuntivo alla Convenzione di Oviedo sulla bioetica, dedicato alla “Protezione dei diritti umani e della dignità delle persone con disturbo mentale in relazione al ricovero e al trattamento coatto”, ritenendo che esso violi la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, autorizzando, di fatto, il trattamento coatto e l’istituzionalizzazione delle persone con disabilità.  >>Continua - Tratto da Superando - (16/07/2018)
“Capacity, la legge è eguale per tutti”
È stata lanciata da Anffas Onlus – durante un evento che si è svolto a Roma -  la consultazione pubblica prevista nell’ambito del progetto “Capacity: la legge è eguale per tutti - Modelli e strumenti innovativi di sostegni per la presa di decisioni e per la piena inclusione sociale delle persone con disabilità intellettive”, iniziativa che si prefigge di sperimentare modelli innovativi di sostegno al processo decisionale per le persone con disabilità, in particolare intellettive e disturbi del neuro-sviluppo, in attuazione dell’art.12 della Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con Disabilità (Eguale riconoscimento di fronte alla Legge) al fine di individuare i possibili assi di miglioramento della normativa e di redigere delle raccomandazioni per i decisori politici così da adeguare la vigente normativa alle previsioni della citata Convenzione Onu.  >>Continua -Tratto da  Anffas Onlus - (10/07/2018)
Disbilità, servizi alla persona e rischio segregazione: approvata dall'Assemblea Nazionale Anffas una mozione
“Anffas rinnova il suo massimo impegno programmatico, professionale e politico affinché siano contrastati ogni pratica, modello organizzativo, prassi professionale e politica che rechino con sé rischi di istituzionalizzazione e segregazione in qualsiasi contesto a danno di persone con disabilità ed in particolare intellettiva e/o relazionale… >>Continua -Tratto da  Anffas Onlus - (19/06/2018)
Autismo: la sfida continua
Progetti rivolti all’istruzione, alla formazione degli operatori della scuola, della sanità e dei servizi sociali e alla ricerca, sia nel campo biomedico che in quello pedagogico, tramite i quali dare supporto alle necessità delle famiglie con sindrome dello spettro autistico: saranno queste le iniziative che verranno finanziate con i fondi raccolti da “#sfidAutismo18”, nuova edizione della nota campagna lanciata dalla FIA (Fondazione Italiana per l’Autismo), in occasione della Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 Aprile>>Continua - Tratto da Superando - (29/03/2018)
“Ragazzi in gamba”: gli adolescenti con sindrome di Down
In Italia oggi 1 bambino ogni 1.200 nasce con la sindrome di Down, ma negli ultimi 40 anni molte cose sono cambiate a livello nazionale ed europeo. In Europa, l’aspettativa di vita delle persone con sindrome di Down è di 62 anni; l’80% raggiunge i 55 anni e il 10% arriva ai 70. Se negli anni ’40 difficilmente i bambini con sindrome di Down superavano i 12 anni di età oggi, su 38mila persone, 25mila sono maggiorenni. L’idea più diffusa, fino a non molti anni fa, era che le persone con un deficit intellettivo sarebbero state per sempre dipendenti dai loro genitori, degli eterni bambini che non avrebbero potuto inserirsi nella società e nel mondo del lavoro.  >>Continua -Tratto da  Anffas Onlus - (22/03/2018)
Serve un Piano sulla disabilità con forza di legge
"Per le politiche sulla disabilità esiste già un riferimento ideale, etico e politico, la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità che l’Italia ha ratificato nel 2009. Esistono già anche indicazioni operative e condivise per renderla concreta: il Programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 12 dicembre 2017".  >>Continua -Tratto da  Anffas Onlus - (13/03/2018)
La retorica dei falsi invalidi? Guardate quanto ha fruttato e poi chiedete scusa
2009/2012: 800.000 controlli su altrettante persone per verificare se davvero avessero i requisiti per ricevere le provvidenze economiche relative a minorazioni civili, disabilità e handicap di cui godevano. 2013/2015: 150.000 nuove verifiche all'anno, in aggiuntiva all’ordinaria attività ispettiva, finalizzate, nero su bianco, “all’accertamento della permanenza dei requisiti sanitari e reddituali nei confronti dei titolari di benefici di assegno di invalidità civile, cecità civile, sordità, handicap e disabilità”.  >>Continua -Tratto da  Anffas Onlus - (23/02/2018)
Il Decreto di Riparto del Fondo per le Non Autosufficienze: approfondiamolo bene
Nei giorni scorsi abbiamo dedicato un’ampia apertura all’approvazione del Decreto di Riparto 2017 del Fondo per le Non Autosufficienze, con un’articolata intervista a Vincenzo Falabella, presidente nazionale della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap). Oggi segnaliamo anche l’approfondimento tecnico, dedicato al medesimo provvedimento, prodotto dal portale «Condicio.it», che ne effettua una ricognizione nel merito, ricostruendone l’origine e la dotazione, oltreché evidenziandone i contenuti e le criticità. >>Continua - Tratto da Superando - (16/02/2018)
Non autosufficienze: un Decreto dai molti risvolti
Da pochi giorni è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che ripartisce tra le Regioni il Fondo per le Non Autosufficienze. Sembra trattarsi di un atto di “ordinaria amministrazione”, ma ad un’analisi approfondita vi sono varie riflessioni da fare e anche qualche scoperta, sfuggevole a una lettura superficiale o ad un occhio poco esperto. Ne abbiamo parlato con Vincenzo Falabella, presidente nazionale della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) >>Continua -Tratto da Superando - (14/02/2018)
Scuola e disabili: i pregiudizi presentati come valori
È di ieri la pubblicazione di un articolo di denuncia de “la Repubblica” dal significativo titolo: “Qui niente poveri né disabili”: le pubblicità discriminatorie dei licei. L’articolista (Corrado Zunino) ha effettuato una verifica su documenti pubblici e presenti nel portale istituzionale “Scuola in chiaro” del Ministero dell’Istruzione. In quel sito ogni istituto pubblica il proprio Rapporto di autovalutazione, cioè un documento pensato per orientare ragazzi e famiglie nella scelta della scuola. >>Continua. - Tratto da Fish onlus - (09/02/2017)
Persone con disabilità, obbligo di assunzione anche per le piccole aziende
Dal 1° gennaio 2018 i datori di lavoro che occupano un numero di dipendenti compreso tra le 15 e le 35 unità dovranno coprire la quota di riserva, riferita al collocamento obbligatorio delle persone con disabilità. La modifica alla normativa era stata introdotta con il Jobs Act (Dlgs 151/2015, articolo 3, comma 1) e fa scattare l’obbligo di assunzione di una persona con disabilità non più nel caso di una nuova assunzione (come avveniva fino al 31 dicembre 2017) ma contestualmente al raggiungimento della quindicesima unità computabile. I datori di lavoro interessati, devono presentare la richiesta di assunzione entro il 2 marzo 2018. >>Continua. -Tratto da Persone con disabilità - (07/02/2018)
Illegittimo chiedere di dare fondo ai risparmi per le spese di assistenza
In una Delibera del Comune di Milano – analoga a quella di numerosi altri Comuni della Lombardia – si chiede alle persone con disabilità e ai loro familiari di “consumare” i propri risparmi, prima che l’Ente Locale intervenga con l’erogazione di servizi sociali e sociosanitari. Ora il TAR di Milano ha stabilito l’illegittimità di quel provvedimento, accogliendo un ricorso presentato dall’amministratore di sostegno di una giovane con disabilità, azione supportata dalla Federazione LEDHA e dall’ANFFAS di Milano >>Continua -Tratto da Superando - (07/02/2018)
Il Dopo di Noi è finalmente iniziato
Il dopo di noi è cominciato, finalmente. La Lombardia è la prima regione in cui i progetti di vita di persone con disabilità sono stati redatti, valutati, finanziati con le risorse del Fondo nazionale per il dopo di noi e anche avviati. La legge 112/2016 a un anno e mezzo abbondante dalla sua entrata vede così i suoi primi frutti, benché in molte altre zone d’Italia ci siano ritardi e difficoltà oggettive a dare attuazione alla norma. >>Continua -Tratto da  Anffas Onlus - (06/02/2018)
Vita indipendente: disponibili le Linee Guida per la presentazione di progetti anno 2017
Lo scorso 29.12.2017 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha emanato le “Linee Guida per la presentazione di progetti in materia di vita indipendente ed inclusione nella società delle persone con disabilità - anno 2017”, (disponibili cliccando qui). In virtù di tale atto, le Regioni potranno, entro il 5 febbraio p.v., partecipare alla sperimentazione nazionale sulla “Vita Indipendente” per l’annualità 2017, finanziata a livello nazionale da complessivi 15 milioni di euro, presentando proposte progettuali coerenti con le ridette Linee. Le proposte di adesione alla sperimentazione dovranno essere presentate da ciascuna >>Continua. -Tratto da Anffas onlus (16/01/2018)
Nel 2018 la Disability Card dovrà passare da progetto a realtà
Una card unica per le persone con disabilità, utile ad accedere a benefìci e agevolazioni al sistema dei trasporti e alle proposte di carattere culturale, sportivo e ricreativo, in tutti i Paesi dell’Unione Europea che vi aderiranno. Ma anche un incentivo morale ed economico, un fattore di attrazione turistica e, non ultimo, un “facilitatore burocratico”: questo sarà la Disability Card Europea, frutto di un progetto seguito nel nostro Paese dalle Federazioni FISH e FAND, che ci si augura possa diventare realtà in questo 2018, come hanno auspicato in tanti, durante la presentazione di Roma. >>Continua -Tratto da Superando - (11/01/2018)
Debutta il nuovo sistema integrato per i bambini da zero a sei anni
Parte il sistema integrato di istruzione per i bambini 0-6 anni, previsto dalla Buona Scuola. Si parte con una dotazione iniziale di 209 milioni di euro (saranno 239 milioni, a regime). Si tratta di risorse specifiche per il potenziamento dei servizi offerti alle famiglie, per l’abbassamento dei costi sostenuti dai genitori, per garantire alle bambine e ai bambini pari opportunità di educazione, istruzione e cura, superando disuguaglianze e barriere territoriali, economiche e culturali. >>Continua. -Tratto da Anffas onlus - (03/10/2017)
“Disabilità: riconoscere la segregazione”: gli atti e i documenti
Conferenza di Consenso. Nel 2017, anche nel nostro Paese, ci sono persone con disabilità che vivono segregate in istituti e strutture. Non è loro riconosciuto il diritto umano di essere inclusi nella società, di scegliere dove, come e con chi vivere, come chiaramente espresso dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità. Il fenomeno è forse poco noto ma emerge drammaticamente in seguito a fatti di cronaca di violenza e di abusi, conseguenze delle stesse premesse che hanno prodotto segregazione. >>Continua. - Tratto da Fish onlus- (13/09/2017)
Dal cohousing ai gruppi appartamento: prove di autonomia
Bisogna imparare a prendersi cura di sé, fare la spesa, cucinare, riordinare casa, meglio con l’aiuto di educatori o di assistenti. In vista del cosiddetto “dopo di noi. Inchiesta di Superabile.it sulle esperienze di distacco dai genitori. Esperienze di quotidianità senza mamma e papà: bisogna imparare a prendersi cura di sé, a fare la spesa e la lavatrice, a cucinare, pulire e riordinare casa, meglio con l’aiuto di un educatore se si ha una disabilità intellettiva o di un assistente personale se si ha una disabilità fisica grave. >>Continua. -Tratto da Superabile - (30/08/2017)
Tutti guardano a quel cantiere aperto sulla vita indipendente
Mentre ovunque nel Paese cresce il dibattito sulla vita indipendente delle persone con disabilità, in Umbria l’attenzione è massima, alla vigilia dell’emanazione della prima Legge Regionale di settore, accendendo il dibattito sul concetto stesso di vita indipendente e di autodeterminazione, oltreché sull’utilizzo dei fondi previsti, con l’intervento anche delle maggiori Federazioni e Associazioni Nazionali di persone con disabilità. >>Continua -Tratto da Superando - (25/08/2017)
L'inclusione scolastica è un diritto, non un miraggio o una "gentile concessione"
Manca poco più di un mese all’avvio dell’anno scolastico 2017/2018 e come avviene ormai costantemente, le domande che si pongono tutti gli studenti con disabilità e le loro famiglie restano invariate: le ore di sostegno assegnate a mio figlio saranno quelle di cui ha realmente necessità e soprattutto saranno garantite? I miei diritti di alunno saranno rispettati? Potrò andare in gita con la mia classe senza problemi? Il PEI – Piano Educativo Individualizzato, sarà redatto nei tempi e rispettato?  >>Continua. -Tratto da Anffas onlus - (12/07/2017)
E pian piano cresce la consapevolezza dei propri diritti
Ben lo testimonia il numero sempre elevato di segnalazioni e di richieste di informazioni o tutela, che perviene al Centro Antidiscriminazione Franco Bomprezzi della Federazione LEDHA, giunto al termine del suo secondo anno di attività e che sta dunque perseguendo con efficacia i suoi principali obiettivi, da una parte, cioè, contrastare le discriminazioni attraverso interventi legali, dall’altra far crescere la consapevolezza delle persone con disabilità nel riconoscere e individuare le situazioni di discriminazione vietate dalle Leggi. >>Continua -Tratto da Superando - (06/06/2017)

Archivio In Primo piano

Ultima modifica: Mon, 12 Nov 2018 11:24:01 GMT

ANFFAS LOMBARDIA ONLUS - Sede Legale: via Livigno, 2 – 20158 MILANO
Sede operativa: via Livigno, 2 - 20158 MILANO - Tel. 02/6570425 – fax 02/6570426 - Email: info@anffaslombardia.it
CF 97339800159 - UBI Banca, sede di via Manzoni, Milano - IBAN: IT17N0311101665000000000767